Lunedi, 18 Novembre, 2019

Conte: "Fondi Ue per i disoccupati". Merkel: "Solidarietà sui migranti"

Salvini sta mettendo in crisi anche il governo Merkel: e Trump è con l'Italia Germania: Merkel accetta l'ultimatum di Seehofer
Evangelisti Maggiorino | 19 Giugno, 2018, 10:53

"L'Italia non può continuare a fare da sola" sui migranti, ha detto ancora il premier italiano. "L'Ue deve cambiare prospettiva e credo anche che la Germania ne sia consapevole". Oggi il 'falco' Seehofer ha detto che la Germania inizierà a respingere i migranti dal primo 1 luglio se non ci sarà un accordo con i partner europei al Consiglio Ue di fine mese.

Un 'diktat' che non è andato già alla 'singora dei diktat', con Angela Merkel che ha respinto l'ultimatum sui migranti lanciato dagli alleati bavaresi del partito conservatore Csu, guidato dal ministro dell'Interno Horst Seehofer.

Quello di stasera fra Angela Merkel e Giuseppe Conte "è stato un buon colloquio". "In questo campo l'Europa deve dare prova di solidarietà".

Per quanto riguarda la gestione dei flussi migratori, "la Germania intende collaborare molto strettamente con l'Italia, con la quale siamo perfettamente d'accordo sulla protezione delle frontiere esterne. Il tema della solidarietà in Europa, dalla Germania viene accolto sempre a braccia aperte".

Il presidente del Consiglio - spiegano le fonti - avrebbe assicurato alla Cancelliera la determinazione dell'Italia a portare avanti "una serie di riforme per rendere più competitivo il sistema Paese" nell'ottica di dare priorità a politiche per il "lavoro e la lotta alla povertà". Personalmente non posso, come responsabile del governo, rimanere indifferente a certi dati: lo scorso anno 2,7 milioni di italiani hanno fatto ricorso a mense per i poveri e a pacchi alimentari. La nostra proposta sul reddito di cittadinanza va in questa direzione e l'Europa è essenziale.

"La posta in gioco per l'Europa è altissima, i temi dell'immigrazione e della governance economica dell'Ue possono e devono essere occasione per pervenire a costruire un'Europa più forte e più equa che possa rispondere ai bisogni primari dei cittadini", ha affermato Conte.

"In sede di discussione del quadro finanziario faremo pesare la nostra voce per orientare i fondi europei verso misure di sostegno proprio a favore del'inclusione sociale". Lo rendono noto fonti della cancelleria tedesca all'ANSA, dopo la cena di lavoro, che si è svolta a Berlino. Merkel ha tuttavia dichiarato che cercherà di arrivare a delle intese utili per risolvere il problema, ma che "non c'è un automatismo" che possa permettere di respingere un richiedente asilo anche in caso di mancati accordi a livello europeo.

Altre Notizie