Domenica, 23 Settembre, 2018

Pace fra Roma e Parigi. Telefonata di disgelo, domani Conte da Macron

Aquarius, portavoce partito Macron linea italiana Aquarius, «la linea dell'Italia è vomitevole»: le parole di Gabriel Attal, portavoce del partito di Macron
Evangelisti Maggiorino | 15 Giugno, 2018, 17:53

Ma Matteo Salvini e Luigi Di Maio, i due vicepremier, il capo del governo, Giuseppe Conte, il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, non hanno avuto alcuna esitazione nel definire "peggiorative" le dichiarazioni, gli atteggiamenti e le note che nel loro insieme, con il passare delle ore, sono arrivate da Parigi. "Finché non arriveranno scuse, noi non indietreggiamo", ha affermato durante un'intervista a Rtl 102.5. "Se i francesi avranno l'umiltà di chiedere scusa amici come prima, e si lavora nell'interesse di tutti, però insulti da parte di chi respinge e chiude i porti non li accettiamo".

"Sui migranti e sulla zona euro è mancata la coesione in Europa" ha aggiunto Macron.

Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, ha annullato l'incontro con l'omologo francese Bruno Le Maire, in programma oggi a Parigi. La Roma ha già individuato il suo sostituto: si tratta di Hakim Ziyech dell'Ajax. "Chi cerca la provocazione?". Chi è che dice "io sono più forte dei democratici e una nave che vedo arrivare davanti alle mie coste la caccio vià?" Ha poi invitato a "non cedere all'emozione" del momento e si è eretto difensore della democrazia.

Populismo contro populismoNell'accusare l'Italia Macron non parla soltanto agli italiani ma al Front National di Marine Le Pen, che ha letteralmente stracciato alle elezioni di un anno fa. Adesso abbiamo anche concordato una comunicazione congiunta. In particolar modo, Libia e Niger.

L'Italia è quindi stata costretta in questi anni a negoziare con il governo di Tripoli ma soprattutto con le milizie per frenare i flussi migratori. Appello al presidente Macron: Emmanuelle, se hai il cuore così d'oro, domani ti diamo le generalità di più di nove mila immigrati che ti eri impegnato ad accogliere in Francia. "Non escludo il rischio di responsabilità penali internazionali per l'Italia".

Ma anche l'Italia ha una colpa grave. "Siamo perfettamente coscienti del carico che la pressione migratoria fa pesare sull'Italia e degli sforzi di questo Paese". Lo scrive il premier italiano Giuseppe Conte su Facebook (Fb) in vista dell'incontro di domani con Macron. Ha detto ancora Macron. A quanto pare, il Presidente del Consiglio starebbe, addirittura, valutando la possibilità di annullare il vertice con Macron previsto per venerdì; tuttavia, nonostante l'irritazione di Palazzo Chigi non risultano variazioni nell'agenda di Conte. E Conte ha optato per una soluzione che ha reputato coerente e, allo stesso tempo, non di rottura totale: quella appunto di rinviare il viaggio. L'ha fatto per respingere le accuse di disumanità seguite al caso Aquarius. "C'è una volontà di lanciare iniziative concrete che consentano di prevenire questi flussi, e di avere una risposta umanitaria che deve iniziare prima che queste persone prendano il mare", spiega. Critico invece il Pd.

Altre Notizie