Domenica, 24 Giugno, 2018

Governo, nominati 6 viceministri e 39 sottosegretari: c’è anche il giuglianese Micillo

Via libera alle nomine: 45 viceministri e sottosegretari pronti al giuramento Governo, intesa per viceministri e sottosegretari
Evangelisti Maggiorino | 14 Giugno, 2018, 17:44

Il suo nome non c'è. La lista è stata ufficializzata dopo il Consiglio dei ministri avvenuto ieri a palazzo Chigi, dal ministro per i rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro: "Sei viceministri e 39 sottosegretari". Il senatore M5S Vito Crimi è stato nominato sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all'Editoria.

Vincenzo Santangelo, Vincenzo Spadafora, Simone Valente, Vincenzo Zoccano.

L'onorevole Mattia Fantinati è il sottosegretario alla Pubblica amministrazione; invece l'onorevole Stefano Buffagni si occuperà di Affari regionali e autonomie. Il giurista Luciano Barra Caracciolo, vice segretario generale alla Presidenza del Consiglio durante il governo Berlusconi II, è stato nominato sottosegretario agli Affari Europei. Pochi minuti dopo l'ufficializzazione delle nomine, sono immediatamente scoppiate una serie di polemiche in relazione alle troppe poche donne inserite nella squadra di governo - solo 6 su 45 - e alla decisione di mettere la delega alle Pari Opportunità nelle mani di un uomo, il pentastellato Vincenzo Spadafora. Pareggio sui Servizi: il presidente Conte ha mantenute per sé la delega. La Lega dovrebbe invece avere la presidenza del Cipe, affidata al sottosegretario alla presidenza Giancarlo Giorgetti. Al ministero degli Esteri e cooperazione internazionale sono stati nominati sottosegretari Emanuela Claudia Del Re, Manlio Di Stefano, Ricardo Antonio Mero e Guglielmo Picchi. Mentre, secondo quanto si apprende, Carlo Sibilia sara' sottosegretario all'Interno e Vittorio Ferraresi alla Giustizia. O anche quello di Angelo Tofalo, deputato 5 stelle, nella scorsa legislatura in commissione Copasir, ora sottosegretario alla Difesa. Al posto del primo andrà Federico D'Incà, (M5s) mentre per la seconda casella in pole position c'è Raffaele Volpi (Lega) anche se il Carroccio ha accarezzato l'idea di offrirla a Fabio Rampelli, capogruppo di Fdi, per rafforzare la vicinanza del partito della Meloni al governo, pur non stando nella maggioranza. Confermato invece il nome di Laura Castelli, piu' volte sull'altalena del 'fuori o dentro' il governo: la deputata pentastellata e' stata nominata viceministro all'Economia.

A fianco del ministro Luigi Di Maio il M5s indica l'avvocato Andrea Cioffi e Davide Crippa, la Lega Dario Galli e Michele Geraci.

All'Agricoltura Franco Manzato, Alessandra Pesce.

AMBIENTE, TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE: Vannia Gava; Salvatore Micillo.

Alle Infrastrutture e trasporti: Michele Dell'Orco; Edoardo Ri; Armando Siri.

All'Istruzione, università e ricerca: Lorenzo Fioramonti; Salvatore Giuliano. Beni e attività Culturali e il turismo: Lucia Borgonzoni e Gianluca Vacca.

Altre Notizie