Martedì, 11 Dicembre, 2018

Incontro Usa-Corea, Rampini: "Trump è sicuro di aver conquistato Kim"

Donald Trump e Kim Jong-Un Donald Trump e Kim Jong-Un
Evangelisti Maggiorino | 13 Giugno, 2018, 14:47

La Cina, principale alleato di Pyongyang ha valutato molto positivamente l'incontro tra Trump e Kim auspicando la "denuclearizzazione completa della Corea del Nord". I dati in parte confermano la situazione, per esempio gli americani soffrono deficit commerciali con tutti gli altri paesi membri, che per altro investono nel settore difesa mostruosamente meno degli Usa. Non era mai successo che un presidente americano in carica stringesse la mano a un leader nordcoreano e in generale i rapporti tra i due paesi sono sempre stati molto tesi. Con Kim Jong-un "risolveremo un grande problema, un grande dilemma", ha detto Trump sul nucleare con il leader nordcoreano, assicurando che "lavorando insieme ce ne faremo carico". L'ex stella dei Bulls è ormai da anni il cittadino americano più vicino al leader nordcoreano e più volte si è detto disposto a fare tutto il necessario per riavvicinare "i suoi due amici Trump e Kim". Ma non si aspettava che Trump concedesse così tanto al primo appuntamento, ipotizzando la cancellazione degli esercizi militari congiunti e addirittura il ritiro delle truppe americane nel Sud. Molti commentatori, soprattutto quelli molto avversi a Trump, hanno subito cominciato a ridimensionare la portata dell'intesa, sottolineando che non vi è una tabella di marcia e che nel comunicato finale non vi è alcuna specificazione del meccanismo di verifica degli impegni della Corea del Nord.

L'area dell'incontro, intorno all'hotel Capella, e più in esteso l'intera isola di Sentosa sono state messe completamente in sicurezza. Ma per i repubblicani la più grande minaccia sembra proprio il leader nordcoreano e Trump ha ottenuto solo il 3% dei voti degli intervistati tra i sostenitori del partito.

L'ufficialità è andata avanti con il pranzo: cocktail di gamberetti con insalata di avocato, kerabù di mango verde condito con miele di lime e piovra fresca, cetriolo ripieno alla coreana. Ed è questo il motivo (anche tenendo conto delle prossime elezioni di midterm) che fa impazzire democratici e commentatori che pregiudizialmente aversi a Donald Trump. Sapori orientali e siparietto made in Usa. Trump ha fatto vedere, secondo quanto riportano le agenzie di stampa, la macchina presidenziale, the beast.

Se il vertice servirà anche a facilitare il ristabilimento delle relazioni tra il presidente americano e quello russo è tutto da vedere. "Il presidente Kim ha detto che la Corea del Nord ha promesso la distruzione di un sito di test missilistici molto grande". Tutte le televisioni davano in diretta l'incontro mentre la tv di stato di Pyongyang mostrava lo schermo a righe.

La firma di un "accordo storico" ha coronato l'incontro Trump-Kim Jong-un a Singapore. Bisogna comunque attendere i passi concreti. L'invito sarebbe stato presentato attraverso lettera consegnata a mano dal generale Kim Yong Chol, braccio destro di Kim, alla Casa Bianca, lo scorso primo giugno.

Più in concreto: Donald Trump è troppo palesemente inadeguato, troppo borioso e narcisista, troppo egocentricamente e amoralmente concentrato sul proprio "apparire" e troppo strutturalmente ignorante - ignorante dell'ignoranza di chi si crede al di sopra del sapere - troppo simile, per mentalità e atteggiamento, a un dittatorello da repubblica delle banane per essere comparato a qualsivoglia predecessore, buono o cattivo che sia.

Altre Notizie