Martedì, 23 Ottobre, 2018

Salvini può davvero chiudere i porti ai migranti?

Acquarius i comboniani fanno appello a Conte Migranti, Salvini attacca il Roma Pride: «Sono tutti contro di noi come i sindacati, i giornali, Confindustria, Soros» (VIDEO)
Evangelisti Maggiorino | 13 Giugno, 2018, 13:37

"Siamo i primi ad essere interessati a che questo clima con la Valletta non si surriscaldi - sottolinea il sindaco di Pozzallo che con Malta intrattiene da sempre importanti rapporti commerciali - ma è anche vero che Malta non può lavarsene le mani".

"La giornata di oggi significa che non siamo più soli".

"Evidentemente alzare la voce, cosa che Italia non faceva da anni, paga": così il ministro Salvini ha coomentato la soluzione spagnola per la vicenda Aquarius. "Tra cui numerosissime donne e bambini" e "tutti noi, ahimé, paghiamo l'instabilità portata dai francesi in Libia e a sud della Libia". Ma certo che bisogna continuar a tener conto che 629 persone sono un numero minimo e che la decisione di dirottarli in Spagna non cambierà di certo la nostra situazione e con essa il problema migranti che dobbiamo sopportare. Conferma l'intenzione di rivedere i costi per l'accoglienza: "Da luglio, con un decreto del ministro, ridurremo il contributo per chi chiede asilo". I "gravi rischi umanitari" che si corrono con la decisione di rifiutare l'attracco della Aquarius sui quali insiste il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, che invita il premier Giuseppe Conte ad assumere "un'iniziativa di fronte a quello che sta accadendo dopo le scelte di Salvini". Il ministro dell'Interno Matteo Salvini riferirà domani in Aula al Senato sulla questione.

Un'ora più tardi dalla pubblicazione di questo messaggio, sulla pagina Facebook di Salvini è apparsa un'immagine piuttosto eloquente del neoministro dell'Interno a braccia conserte, con sotto lo slogan/hashtag: #chiudiamoiporti. Questa è la dimostrazione che se si vuole si può fare.

"Poco cambia che la nave si chiami Aquarius o Sea Watch 3: vogliamo porre fine a questo traffico di esseri umani". Si può negare il soccorso in mare nel nome della ragion di Stato?

Dopo la riforma del sistema portuale intervenuta con legge n. 84 del 1994, inoltre, i sindaci non hanno più, in materia, alcuna competenza, nemmeno di natura organizzativa, essendo state anche le attività di indirizzo, programmazione, coordinamento e controllo delle operazioni portuali, affidate alle Autorità portuali.

Invece, il leader cinquestelle è rimasto a Roma, lasciando che fosse il presidente della Camera, Roberto Fico, a mostrare la faccia dello Stato in quell'inferno di sudore e sangue, senza che dalla sua bocca, a causa del ruolo super partes che riveste, uscisse una sola parola per descrivere un futuro diverso. "Quindi o diventa solidale o diventa un problema per il Paese". Come ha segnato in agenda Salvini bisognerà incontrarsi con la Libia e impegnarsi affinché la buona riuscita dell'incontro non significhi bloccare i migranti nei disumani centri di accoglienza libici. "Schiaffo morale dalla Spagna?". "Noi non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione dalle autorità di Malta". In primo luogo servirà cooperazione prima con gli altri stati dell'Unione. "Al momento non abbiamo istruzioni specifiche di cosa fare".

Altre Notizie