Martedì, 19 Giugno, 2018

Vettel "Una sola parola oggi, perfetti" - Ultima Ora

Montreal Libere 3 Verstappen di un pelo davanti alle due Ferrari e Hamilton Formula 1, Gran Premio Canada: vince Vettel, Hamilton è quinto
Cacciopini Corbiniano | 13 Giugno, 2018, 03:40

Archiviato il Gran Premio del Canada, i protagonisti della Formula 1 rivolgono la loro attenzione sul prossimo appuntamento del Mondiale 2018, il Gran Premio di Francia che si terrà dal 22 al 24 giugno sul tracciato Paul Ricard di Le Castellet. Sul podio con Vettel salgono Bottas e Verstappen (conservando le posizioni della griglia di partenza), mentre si porta a casa un bel 4° posto il trionfatore di Monaco, Ricciardo, bravo prima a sorpassare in pista Raikkonen (deludente 6° posto per il finlandese della Rossa) e poi a beffare Hamilton durante le soste.

FORMULA 1 Sebastian Vettel ha vinto il Gran Premio del Canada, settimo appuntamento del Mondiale di Formula Uno. Infatti nel regolamento si legge che: "Se per qualsiasi ragione il segnale di fine gara viene dato prima che il leader abbia completato il numero programmato di giri, la gara verrà considerata terminata quando il leader ha superato per l'ultima volta la linea del traguardo prima che il segnale sia stato dato". "Ma oggi ho acceso l'interruttore e mi sono svegliato nel modo giusto", ha detto Vettel sorridendo.

Red Bull ha preferito essere più conservativa nella scelta delle gomme, selezionando appena 7 treni di Ultrasoft sia per Daniel Ricciardo che per Max Verstappen. "Ieri è stata una questione di centesimi, certo con la pole poteva andare diversamente ma oggi più di così non potevamo fare niente", ha concluso. Raikkonen ha voglia di voltare pagina, per recuperare lo svantaggio su Mercedes, arrivato a 17 punti nel campionato costruttori, servirà anche il suo apporto. Il pilota della Ferrari cercherà oggi la sua 50a vittoria partendo senza dubbio da una posizione di privilegio: la pole position. Sebastian non ha mai rischiato la testa della gara, grazie a un superlativo passo gara, ad un'ottima strategia e ad un'esecuzione perfetta del Pit Stop. Eppure almeno due fattori hanno capovolto i pronostici, uno tecnico e l'altro "sentimentale": il cambio del motore sulla Rossa, il secondo della stagione in una versione evoluta, che si è dimostrato all'altezza di un circuito che richiede potenza; ma allo stesso tempo a determinare la vittoria ha contribuito molto il carattere del pilota come anche riconosciuto dal team principal Maurizio Arrivabene ("grande macchina e grande pilota").

Seb non era il favorito a Montreal, un circuito diventato negli ultimi anni un feudo Mercedes. "Sono relativamente soddisfatto del quarto posto, abbiamo deciso di qualificarci sulla Hypersoft e sapevamo sarebbe stata aggressiva all'inizio, sapevamo di doverla usare".

57° giro - Gara noiosa posizioni inchiodate.

Il 30enne è balzato anche in testa alla classifica del Mondiale piloti con un punto di vantaggio su Lewis Hamilton ma non sembra ancora guardare questo aspetto: "La strada è ancora lunga e non mi preoccupo più di tanto".

Altre Notizie