Mercoledì, 17 Ottobre, 2018

Di Maio: "Le delocalizzazioni aziendali vanno fermate" - Multimedia, Economia

Lavoro Di Maio le delocalizzazioni vanno fermate Il ministro Di Maio: le delocalizzazioni vanno fermate
Esposti Saturniano | 12 Giugno, 2018, 07:02

"Un anno fa - ricorda il vicepremier e ministro del Lavoro e Sviluppo - avevo denunciato il fenomeno, avendo il coraggio di dire che alcune ONG facevano trasporto di migranti e non salvataggio, che sono due cose ben diverse!" Una vittoria su cui Di Maio e il M5s, apparsi un po' defilati rispetto all'attivismo leghista, provano ora a mettere il cappello. Abbiamo chiesto quello su cui a parole tutti i Paesi europei sono d'accordo: "aiuto, solidarietà, suddivisione equa dei migranti che arrivano".

"Poche ore fa - sottolinea il vice premier - il Presidente spagnolo Sanchez ha annunciato che la Spagna accoglierà la nave Aquarius". Visto che a bordo si trovano anche donne in stato di gravidanza e altre persone che possono necessitare di interventi medici, il nostro governo ha subito mandato motovedette con personale medico. È una notizia importante perché segna un punto di svolta. "Tutto un malloppo raccolto solo in una giornata da persone disperate" che vivono in un "costante senso di precarieta' legato anche a difficolta' aziendali che non sempre sono colpa dell' azienda, ci sono aziende che vogliono delocalizzare e quelle vanno fermate perche' secondo me la delocalizzazione, soprattutto se come impresa hai preso fondi dallo Stato, non deve essere permessa".

"Da oggi l'Italia - afferma - non è più sola e ci auguriamo che gli altri leader europei seguano l esempio di Sanchez". Negli anni questi meccanismi di sfruttamento si è detto di combatterli aumentando gli oneri sulle spalle degli imprenditori. "Che deve passare prima di tutto per la modifica del Regolamento di Dublino". "Oggi siamo più isolati di ieri".

Altre Notizie