Вторник, 19 Июня, 2018

Aquarius, Salvini: ''Un nuovo inizio. Evidentemente alzare la voce paga''

Malta rifiuta approdo a nave con migranti indaga Polizia di Ragusa Salvini chiude i porti italiani: “La nave Aquarius con 600 migranti attracchi a Malta”. La Valletta: “Non è nostra competenza”
Evangelisti Maggiorino | 11 Июня, 2018, 20:32

Lo diciamo chiaramente: anche oggi Reggio Calabria si rende disponibile ad accogliere chi salva vite umane in mezzo al mare. Il numero degli arrivi via mare dal 2013, anno in cui furono 2.008, sono precipitati a 568 nel 2014, 104 nel 2015, 25 nel 2016, 23 nel 2017. Se a una persona è accordata la protezione può temporaneamente risiedere in un centro aperto di accoglienza o vivere nella comunità. Il contenzioso tra Malta e l'Italia nasce nel momento in cui il nostro paese decide (secondo la convenzione di Amburgo) di applicare il principio del "porto sicuro più vicino". I ritorni volontari nel Paese di origine sono stati 12 nel 2015, 72 nel 2014.

Il premier maltese Joseph Muscat ha confermato come La Valletta invierà rifornimenti alla nave Aquarius dopo la decisione del premier Pedro Sanchez di accogliere i profughi raccolti a bordo dai soccorritori dell'ong Sos Mediterranee. "Si tratta di una questione europea".

"L'intervento del governo spagnolo in aiuto della Aquarius non è una vittoria ma solo un respiro di sollievo ". Se pensano di ripetere quello che hanno fatto finora, con sbarchi su sbarchi, sappiano che ora il ministro e il governo sono cambiati. Nel Mediterraneo - scrive Salvini su Facebook - ci sono navi con bandiera di Olanda, Spagna, Gibilterra e Gran Bretagna, ci sono Ong tedesche e spagnole, c'è Malta che non accoglie nessuno, c'è la Francia che respinge alla frontiera, c'è la Spagna che difende i suoi confini con le armi, insomma tutta l'Europa che si fa gli affari suoi. È una svolta importante: da oggi l'Italia non è più sola. Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini in una conferenza stampa nella sede della Lega a Milano.

Emerge, quindi chiaramente che sarebbe stato quindi il capitano della nave carica di naufraghi imbarcati al largo delle coste libiche a non voler sbarcare a Malta, e insistere per dirigersi verso le coste italiane. "Lavoriamo a garanzia dei rifugiati veri".

L'Italia può chiudere i porti?

"Ringraziamo davvero la Spagna e il premier Pedro Sanchez che hanno deciso di accogliere la nave Aquarius". È il segno di un nuovo vento di solidarietà e condivisione che spira in Europa su questa emergenza. Ci siamo insediati da pochi giorni e già la musica sta cambiando.

L'appuntamento è in piazza Scala domani alle 18 contro l'iniziativa voluta da Matteo Salvini, vicepremier del governo Conte.

La decisione è stata adottata d'intesa dai ministri dell'Interno e delle Infrastrutture Danilo Toninelli.

Ma c'è un'altra nave strapiena di migranti che si muove nel Mediterraneo e questa volta è una nave della Guardia costiera italiana.

Altre Notizie