Giovedi, 16 Agosto, 2018

G7 caos, Germania: "Trump ha distrutto la sua credibilità". Insulti Usa-Canada

Il primo ministro canadese Justin Trudeau a destra dà il benvenuto al presidente francese Emmanuel Macron a Ottawa 6 giugno 2018 Il primo ministro canadese Justin Trudeau a destra dà il benvenuto al presidente francese Emmanuel Macron a Ottawa 6 giugno 2018
Evangelisti Maggiorino | 10 Giugno, 2018, 21:23

Funzionari dell'Unione Europea hanno immediatamente reagito affermando che intendono rispettare ugualmente l'accordo raggiunto.

Sia il dittatore nordcoreano Kim Jong-un sia il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sono arrivati a Singapore in vista del loro primo e storico incontro, in programma per martedì 12 giugno.

"Noi canadesi siamo gentili, siamo ragionevoli, ma non ci faremo maltrattare": questa la frase pronunciata dal premier del Canada Justin Trudeau che ha fatto infuriare Donald Trump.

Questo genere di documenti sono tipici di questo genere di vertici: vengono concordati più che altro dagli staffer dei leader e di solito servono a indicare più che questioni operative l'unità d'intenti tra i capi di stato e di governo presenti. Molto disonesto e debole. "È un insulto", ha detto Trudeau, ricordando che il suo paese e gli Stati Uniti sono partner, alleati, amici, insomma non certo un pericolo per la sicurezza della nazione americana: e ha annunciato che davanti alla mossa trumpiana il Canada non subirà in silenzio. Poi tira fuori l'artiglieria pesante: quei "dazi sulle auto che invadono il mercato americano" e che il tycoon ha più volte minacciato. Il G7, il gruppo dei grandi paesi che da quando nel 2014 è stata esplulsa la Russia per i fatti in Ucraina, dovrebbe rappresentare il distillato dell'Occidente, è spaccato (la CNN ha dato l'immagine: "L'Occidente è in crisi" titola un servizio).

Invito alla Casa Bianca.

La decisione di Trump ha coronato un summit ricco di svolte e drammi in questa tranquilla e pittoresca località del Quebec. Soltanto poche ore prima Trump aveva detto che le sue relazioni con Trudeau, il Presidente francese Emmanuel Macron e la Cancelliera tedesca Angela Merkel, erano adesso così buone da meritare pieni voti, un dieci su dieci. Nel tweet di Trudeau non vi è alcun accenno diretto alle accuse contro di lui da parte di Trump.

La Germania e la Francia attaccano Trump, gli Stati Uniti attaccano il Canada, pesantemente. E aveva marcato la provocatoria proposta di trasformare il G7 in una zona a barriere e sussidi zero. Al "battesimo di fuoco" del vertice in Canada, Conte si presenta con un tweet in cui sostiene la posizione di Trump sulla Russia.

Altre Notizie