Вторник, 19 Июня, 2018

Pensioni, Centrella (Selp): "Su quota 100 solo voci, Di Maio chiarisca"

Pensioni, quello che Conte non dice: il ricalcolo contributivo taglia l’assegno di anzianità Nuove pensioni, chi rischia e chi no. Con il ricalcolo molti assegni saranno sforbiciati
Esposti Saturniano | 10 Июня, 2018, 10:12

"Le nostre misure - ha spiegato Alberto Brambilla, esperto di previdenza e estensore della proposta leghista, oltre che fondatore e animatore del centro studi Itinerari Previdenziali - costano anche meno di cinque miliardi".

Il Movimento Opzione Donna vuole ricordare con chiarezza e ribadire, una volta e per tutte, quali siano stati gli impegni programmatici del nuovo governo sul punto relativo alla proroga di Opzione Donna:"Il MOVIMENTO OPZIONE DONNA ha ben chiaro invece gli impegni assunti nell'interesse delle donne al punto 17 del contratto, rubricato "STOP LEGGE FORNERO".

Quindi non si potrà andare in pensione con 40 anni di contributi e 60 di età, poiché bisognerà rispettare il limite anagrafico di 64 anni. E se c'è un'ipotesi che sta adesso facendo discutere è quella dell'introduzione di quota 100.

Occorrerà tuttavia recuperare risorse, prima di riuscire a mettere in pratica tutte queste modifiche riguardanti le pensioni, ma il processo sarà graduale, come ribadito dal Governo.

"Si è parlato di quota 100: la valutazione che noi abbiamo fatto ci porta a ritenere che in presenza di quota 100 o 41 anni di contributi come condizione per il pensionamento, ipotizzando che il 90% di persone vada in pensione il primo anno, e questo è possibile perchè ce lo dice l'esperienza storica all'interno del nostro Paese, porterebbe a un costo immediato di 15 miliardi, a regime intorno ai 20 miliardi e l'impatto sul debito implicito sarebbe sarebbe di circa 105 milairdi di euro", ha dichiarato nei giorni scorsi.

Le novità relative alla quota 100 e alla quota 41 sono ancora poco chiare però.

E' quanto risulta dai calcoli sempre dettagliati e attenti degli esperti del Sole 24 Ore: su una pensione di 10 mila euro lordi, che con l'attuale tassazione si traduce in circa 6100 netti, la flat tax al 20 % lascerebbe allo stesso livello l'assegno, anche se fosse preventivamente ridotto del 25%. Vedremo se con la riforma delle pensioni che intende varare il nuovo governo ci sarà un'inversione di tendenza. E quegli altri 8 milioni che prendono la pensione senza aver mai pagato un contributo gliela lasciamo? L'aspetto più inaspettato riguarda la possibilità di "portare ad un'uscita più lontana nel tempo le donne e coloro che hanno avuto lunghi periodi di disoccupazione e cassa integrazione". A regole attuali andrebbe in pensione tra 3 anni al raggiungimento di 43 anni e 3 mesi di contributi (al netto degli adeguamenti alla speranza di vita).

Per capire se la nuova pensione anticipata quota 100 può penalizzare qualcuno, dobbiamo innanzitutto capire come funziona. Resterebbero in vigore le agevolazioni per gli usuranti basate sulle quote più favorevoli (61 anni e 7 mesi e 35/36 di contributi) che forse potrebbero accogliere parte dei lavori gravosi attualmente in perimetro ape social così come è praticamente certa la proroga dell'opzione donna. A rischio pure la possibilità di cumulare la contribuzione mista, cioè quella maturata in diverse gestioni assicurative, per raggiungere i nuovi requisiti contributivi.

La Fornero si supera con il ricalcolo degli assegni. "Al fine di contribuire a future discussioni sull'argomento ne riportiamo di seguito il contenuto:"Prorogheremo la misura sperimentale "Opzione Donna" che permette alle lavoratrici con 57/58 anni e 35 anni di contributi di andare in quiescenza subito, optando in toto per il regime contributivo" ".

Altre Notizie