Вторник, 19 Июня, 2018

È morto Gino Santercole, uno dei "ragazzi" del clan di Celentano

Gino Santercole- Ansa Gino Santercole- Ansa
Deangelis Cassiopea | 09 Июня, 2018, 21:54

Ha scritto le musiche di alcune canzoni entrate nella storia della musica italiana, come Una carezza in un pugno, Svalutation, Straordinariamente, Un bimbo sul leone e numerose altre.

A darne notizia, su Facebook, il cugino gironalista Bruno Perini: "Stanotte è morto mio cugino Gino Santercole".

Proprio allo zio Adriano sono legati i suoi esordi musicali: quando Celentano forma i Rock Boys, poco tempo dopo entra a farne parte in sostituzione di Ico Cerutti. Di Adriano Celentano, oltre che parente, era anche strettissimo collaboratore, sin dall'inizio, del ragazzo della via Gluck. Con Don Backy, Pilade e Ricky Gianco e naturalmente il suo famoso zio, compose il "Clan Celentano".

Nel 1964 debutta come cantante solista. Aveva 77 anni ed è stato stroncato da un infarto nella notte nella sua casa di via dei Due Ponti. "E' scomparso un cantautore di grande spessore, Gino Santercole, noto non solo per essere il nipote del molleggiato ma anche per essere stato il suo paroliere, autore di brani storici come 'Una carezza in un pugno".

Santercole era figlio della sorella di Adriano Celentano, Rosa.

Dopo un periodo di lontananza, nel 1999 torna in tv proprio invitato dallo 'ziio' Celentano ad una puntata del suo programma televisivo 'Francamente me ne infischio'.

Lutto nel mondo dellla musica e, in particolare, per Adriano Celentano.

Altre Notizie