Domenica, 21 Ottobre, 2018

Trump: "Reintegrare la Russia nel G8". Conte: d'accordo con Usa. Gelo Mosca

G7 ad alta tensione Dazi e clima: in Canada il primo G7 di Conte. Scontri con Trump e Macron chiede incontro tra i leader Ue
Evangelisti Maggiorino | 09 Giugno, 2018, 05:39

Una pioggia battente ha accolto l'arrivo in Canada del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. "E' nell'interesse di tutti".

"Il G7 - ha spiegato l'ex premier Gentiloni - avviene in un momento delicatissimo per i rapporti transatlantici, è un incontro molto importante, per non esarcerbare quelle che attualmente sono tensioni in un escalation che farebbe molto male ad un Paese come l'Italia".

"Perché stiamo per tenere un meeting senza la Russia?"

"Monta la rabbia al G7 in Canada": titola così il New York Times, sottolineando la 'guerra di parole' scatenata dal presidente Usa Donald Trump su Twitter rivolta contro Emmanuel Macron e Justin Trudeau.

"Dovremmo avere la Russia al tavolo delle negoziazioni", aggiunge il presidente degli Stati Uniti, riferendosi alla posizione che gli altri leader hanno assunto nei confronti di Mosca dal 2014 dopo la crisi legata alla Crimea.

Commentando la richiesta, tuttavia, il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha dichiarato: "La Russia è concentrata su altri formati, separatamente dal G7".

Fino al tardo pomeriggio di ieri Trump ha espresso dubbi ai propri consiglieri quanto all'opportunità di prendere parte ai lavori del G7, dove, ha detto - stando a quanto riferisce la Cnn citando fonti informate - si sarebbe trovato in minoranza su una serie di questioni, dal commercio al clima. Il presidente Vladimir Putin oggi ha incontrato a Pechino la sua controparte cinese Xi Jinping, in anticipo sul vertice dell'Organizzazione di cooperazione di Shangai (Sco). Poi ha aggiunto, velatamente ironico "impaziente di vederli domani". "Non sarà politicamente corretto, ma abbiamo un mondo da governare qui".

Altre Notizie