Вторник, 19 Июня, 2018

Playoff Serie B: Venezia-Palermo 1-1, gol di La Gumina e Marsura

Andata dei Play Off: anche tra Venezia e Palermo finisce 1-1 Playoff Serie B, Marsura risponde a La Gumina: 1-1 tra Venezia e Palermo
Cacciopini Corbiniano | 08 Июня, 2018, 07:20

In vista del match di ritorno della semifinale play off di Serie B tra Venezia e Palermo, che si disputerà domenica prossima alle 18.30 nel capoluogo siciliano, è stata sospesa la vendita del settore ospiti. All'80' grande botta dalla distanza di Coronado, palla che sfiora l'incrocio.

Stellone aveva scelto di lasciare il brasiliano in panchina preferendogli Trajkovski sulla trequarti.

A centrocampo Jajalo sicuro del posto, mentre è ballottaggio tra Chochev, Gnahorè e Murawski. Al 12' del secondo tempo Marsura buca il portiere avversario Pomini con un tiro dal limite dell'area piccola, su invito di Pinato con palla deviata da Rajkovic. Una scelta che potrebbe essere dettata dalla volontà di Stellone di smorzare il gioco veloce del Venezia. I padroni di casa non riescono a sfruttare né contropiede, né i temuti calci piazzati perché i rosanero sono attenti in copertura e il primo tempo finisce 0-0. Una partita poco entusiasmante, le due squadre hanno giocato un cattivo primo tempo, poi però nella ripresa è cambiato tutto con il Palermo avanti grazie al gol del solito La Gumina. Al 57' però arriva il pari del Venezia: discreto spunto di Pinato, che da sinistra trova Litteri in area di rigore, tacco ad anticipare Bellusci e trovare Marsura, il cui tiro è sporcato imparabilmente per Pomini dalla deviazione di Rajkovic. Intanto Stellone mette dentro Gnahorè al posto di Fiordilino. Qui Venezia. Gli uomini di Inzaghi, caricati appunto dal recente 3-0 rifilato al Perugia, tornano davanti al proprio pubblico stavolta per sfidare un Palermo già battuto proprio in Laguna con un altro 3-0 che determinò in quel caso l'esonero di Bruno Tedino e l'arrivo sulla panchina rosanero proprio di Stellone. Contro un Venezia imballato e poco preciso finisce in parità ma i rosanero potevano già chiudere il discorso qualificazione al minuto ottantaquattro, quando Coronado approfittava di un errore difensivo e tutto solo da ottima posizione si faceva ipnotizzare da Audero che gli chiudeva lo specchio della porta in un'uscita disperata.

Altre Notizie