Venerdì, 17 Agosto, 2018

… e alla fine aveva ragione il pasticciere

Il pasticcere Il pasticcere +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 06 Giugno, 2018, 19:54

Un finale decisamente poco dolce per la coppia, che in Colorado si era vista opporre un netto rifiuto dal pasticciere, adducendo ragioni di natura religiosa, essendo cristiano.

I due si sono quindi rivolti alla Commissione per i diritti civili del Colorado, perché a loro giudizio Jack Phillips aveva violato una legge statale che vieta ogni discriminazione basata sull'orientamento sessuale. Anthony M. Kennedy, il giudice relatore per la maggioranza, ha spiegato che la Commissione per i diritti civili ha violato il diritto alla libertà religiosa di Phillips, garantito dal Primo emendamento della Costituzione.

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha emesso una sentenza che ha ribaltato tale decisione, sostenendo che i giudici avessero "mostrato elementi di ostilità chiara e inammissibile verso le credenze religiose sincere che motivano la sua obiezione".

La decisione è stata presa con sette voti a favore e due contrari e inverte la sentenza di un tribunale del Colorado contro Phillips, che nel 2012 ha rifiutato di preparare una torta per la coppia gay formata da Charlie Craig e David Mullins.

I coniugi hanno quindi fatto causa ai sensi della legge del Colorado che proibisce la discriminazione negli esercizi pubblici. Ricorsi analoghi sono pendenti, incluso uno alla Corte suprema da parte di un fiorista che si è rifiutato di vendere fiori per un matrimonio gay.

I commissari in una sentenza hanno condannato la scelta del pasticciere, schierandosi apertamente a favore della coppia gay. "Non si tratta di rifiutare questi clienti, ma di realizzare una torta per un evento religioso sacro che entra in conflitto con la mia coscienza", ha dichiarato il pasticciere secondo Fox News.

Il collegio giudicante non si è espresso per il momento se un esercizio commerciale può negare il proprio servizio agli omosessuali ma ha censurato il comportamento della Commissione per i diritti civili del Colorado.

I governi tribali, che sono indipendenti in materia legislativa, non hanno alcun obbligo di aprire il matrimonio tra persone dello stesso sesso sotto la loro giurisdizione.

Altre Notizie