Venerdì, 07 Agosto, 2020

Yaya Touré: "Pep Guardiola ha dei problemi con le persone di colore"

Yaya Touré A Guardiola non piacciono gli africani Getty Images
Cacciopini Corbiniano | 06 Giugno, 2018, 02:08

Se ne va sbattendo la porta, Yaya Touré.

Il Manchester City quest'anno in Inghilterra ha battuto ogni record possibile.

C'è di più: per il centrocampista ivoriano, 4 volte calciatore africano dell'anno e tra le prime stelle assolute del nuovo corso dei Citizens degli emiri, dietro le scelte di Guardiola potrebbero celarsi dei motivi razziali e non delle normali scelte tecniche o atletiche.

Voglio smontare il mito di Guardiola. Quando ho capito che erano più o meno buone, sia in allenamento che in gara, ho capito che non si trattava di fisicità. E ancora: "Era come fosse geloso di me, mi vedeva come un rivale. Ho l'impressone che Pep, il quale non ha né riconoscenza né rispetto, abbia fatto di tutto per rovinare la mia ultima stagione".

DUE TURNI DI SQUALIFICA IN CHAMPIONS - Non è stata una bella giornata per il tecnico del City: le proteste per l'arbitraggio di Lahoz nella sfida di ritorno contro il Liverpool gli sono costate due turni di squalifica in Champions League. Sono finito a chiedermi se non fosse per via del colore della mia pelle. Tutti. tranne uno. E quest'uno non è proprio un nome a caso, ma un giocatore dello stesso club blu di Manchester e uno dei trascinatori della squadra nelle stagioni passate: Yaya Touré.

"Guardiola finge di non avere problemi con gli africani". E anche se è consapevole di non poter provare niente, invita chi lo ascolta a riflettere. "Forse noi africani non siamo trattati da alcuni allo stesso modo degli altri", ha detto il centrocampista 35enne a France Football. Fa finta di non avere problemi con i giocatori di colore, non cade nella trappola perché è troppo intelligente e non lo riconoscerà mai.

Altre Notizie