Giovedi, 16 Agosto, 2018

Diritti tv, la Lega archivia Mediapro: si va alle trattative private

Diritti TV Serie A, Mediapro contro la Lega: 'siete in malafede' Il Messaggero - Diritti tv: Mediapro ha le ore contate, vicina la risoluzione del contratto! Offerta di Sky e Perform | calcionapoli24.it
Cacciopini Corbiniano | 05 Giugno, 2018, 16:27

Non avendo per tre occasioni presentato la fideiussione, che vale come garanzia, di 1.2 miliardi di euro (iva compresa), i catalani sono stati dichiarati inadempienti dall'assemblea della Lega serie A del 28 maggio all'unanimità: 17 voti su 17.

La Lega Serie A si appresta a commercializzare i diritti tv per il triennio 2018-2021 in maniera autonoma e con trattative private.

LA REAZIONE DELLA LEGA: "PROPOSTA NON CONFORME AL BANDO" - "In relazione al comunicato diffuso da Mediapro, la Lega Serie A comunica di avere ricevuto questa sera delle ulteriori proposte, da parte della stessa Società spagnola, che verranno sottoposte domani all'attenzione dell'Assemblea". Archiviata la questione Mediapro, l'assemblea "ha approvato il bando per le trattative private che sarà pubblicato alle 13", ha aggiunto Miccichè, senza escludere che Mediapro possa parteciparvi. Adesso si apre la fase di offerta da parte di tutti broadcaster, nazionali e internazionali. Non mancano le incognite, le società sono ansiose di scoprire se riusciranno a pareggiare il miliardo e 50 milioni prospettato da Mediapro, che nel frattempo ha vinto il bando per la Ligue1 francese mettendone ancora di più sul piatto. "Io sono ligio e fedele ai contratti - ha risposto Miccichè -, e il contratto prevedeva una caparra, che è stata incamerata e resterà nelle casse della Lega". E' un momento di valorizzazione del calcio italiano - ha aggiunto il presidente della Lega -, che riguarda noi, i tifosi, tutti gli operatori, i giovani appassionati.

Gli avvocati della Lega hanno analizzato nella notte il set di documentazione, arrivando alla conclusione che quelle di Mediapro non sono garanzie a prima richiesta, sono fornite da soggetti terzi rispetto al gruppo spagnolo (presumibili soci cinesi di Orient Hontai ma per i legali nemmeno questo è chiaro) e quindi non escutibili dalla Lega. "Venerdì avremo un'assemblea per analizzare le prime offerte - ha concluso - Poi la prossima settimana chiuderemo tutto".

Altre Notizie