Mercoledì, 14 Novembre, 2018

GP Italia 2018, così l'anno scorso per la pole position (Mugello)

Michele Pirro MotoGP, brutto incidente per Pirro al Mugello
Cacciopini Corbiniano | 03 Giugno, 2018, 14:52

Così come ha montato due gomme medie il poleman Valentino Rossi, che però questa mattina è rimasto piuttosto lontano dalle posizioni che contano per quasi tutti i 20 minuti a dispozione, salvo poi riportare la sua Yamaha in settima posizione nel finale, anche se con un ritardo di 660 millesimi. Allora nella prova italiana del Mondiale di Motogp aveva brillato un ottimo Maverick Vinales, che ottenne la pole position con il crono di 1.46.575. Iannone aprirà la seconda fila, davanti a Petrucci e Marquez. La qualifica è stata comunque serrata: tra Rossi e Franco Morbidelli, 12esimo, ci sono appena 794 millesimi.

Segnali di vitalità giungono poi da Dani Pedrosa (+0.702). A differenza dei due compagni il sei volte iridato ha lavorato con gomma dura e con ogni probabilità sarà questa la scelta per la gara.

Le prime libere. Chiusura di giornata con il settimo tempo per Valentino Rossi il quale, rispetto alle premesse dei test di qualche settimana fa, è apparso decisamente più ottimista riguardo al fine settimana del GP di casa.

Il Gran Premio d'Italia di MotoGP si corre questo pomeriggio dalle 14 sul circuito dell'Autodromo del Mugello.

In Moto2 partirà davanti a tutti l'italiano Mattia Pasini, 26esimo l'elvetico Aegerter. Il forlivese, che ha adottato la configurazione con un'ala ridotta, ha girato in 1'46 " 500, preceduto da Andrea Iannone (Suzuki), Danilo Petrucci (Ducati Pramac) e Marc Marquez (Repsol Honda), quest'ultimo non perfetto come in altre occasioni nel time-attack. Perché il 'Dottore' li ha abituati che proprio quando tutto sembra impossibile, tira fuori il coniglio dal cilindro e si inventa un giro mozzafiato in 1'46 " 208 che vale anche come nuovo record in qualifica della pista. Oggi chi avrà la meglio?

Altre Notizie