Mercoledì, 18 Settembre, 2019

Giro d'Italia, troppe buche a Roma: corsa accorciata

Giro d'Italia troppe buche a Roma corsa accorciata LAPRESSE altro 0 Giro d'Italia troppe buche a Roma corsa accorciata Protesta dei corridori la gara si chiude al terzo passaggio
Cacciopini Corbiniano | 27 Mag, 2018, 20:52

"Il Giro d'Italia si ferma per l'assoluta incapacità di governare Roma da parte del Movimento 5 Stelle" dichiara il senatore del Pd Bruno Astorre.

L'ultima frazione della corsa rosa, la prestigiosa passerella capitolina, è partita tra le polemiche. "Sono molto felice e orgoglioso di questo secondo posto e di quello che ha fatto la mia squadra - dice l'olandese -".

Giro d'Italia 2018, Froome impresa: tappa e maglia rosa.

I giudici hanno in particolare stabilito che l'esito della 21/a tappa del Giro sarà valido, ma non lo saranno i tempi finali della corsa.

"La figuraccia in mondovisione che ha dovuto subire Roma per colpa dell'incuria in cui versano le sue strade e che ha portato clamorosamente allo stop della tappa finale del Giro d'Italia chiama alla diretta responsabilità la sindaca Raggi". Alla fine sono stati aboliti i due traguardi volanti. Per protesta, chiedendo la neutralizzazione della tappa, i corridori avevano pedalato a ritmo di passeggiata fino a quando non sono state accolte le loro richieste.

Altra tappa di alta montagna, la penultima di questa edizione, al Giro d'Italia 2018. Dalle vette alpine i corridori si trasferiranno direttamente a Roma per affrontare gli ultimi km di queste intense e dure settimane di gara.

Inizialmente si pensava addirittura a un forte gesto plateale del gruppo: fermarsi tutti insieme prima della linea del traguardo. Non c'è che dire, l'ennesima pessima figura internazionale per la Capitale d'Italia della quale possiamo ringraziare la sindaca e tutto il suo staff pentastellato. La Capitale è una città ormai allo sbando con una giunta incapace ed una sindaca che sembra stare su un altro pianeta. Lo dichiara la senatrice del PD Monica Cirinnà.

Altre Notizie