Domenica, 23 Settembre, 2018

MotoGP, Dovizioso: io e Ducati ci siamo riavvicinati

Andrea Dovizioso parla l'agente Andrea Dovizioso, parla l'agente: "Stiamo parlando con la Honda"
Cacciopini Corbiniano | 17 Mag, 2018, 18:33

"Non c'è l'ufficialità, ma siamo vicini". Piccoli dettagli. Stasera arriverà Simone (Battistella, il manager di Dovizioso, NDA) e continuerà a parlare. E' vero però che siamo di fronte a un fenomeno: Marquez è uno che in MotoGP ha sempre fatto la differenza. Andrea è cresciuto molto, quello che succederà in futuro è difficile saperlo, tutte le marche sono forti e molte sono destinate a migliorare, Honda in primis.

L'intenzione è quella di trattenere il vice campione del mondo, ma se non dovesse andare come sperato la Ducati sembra essere pronta a guardare altrove. Ancora in tema Ducati: "Andrea ha un feeling fantastico con la sua squadra".

Hai pensato che andando via, potresti mettere in difficoltà la Ducati?

Cosa ti aspetti da questo fine settimana?Che vada bene, l'anno scorso non avevamo potuto usare la nuova carena e penso che qui ci potrà dare un piccolo vantaggio.

Dopo una settimana di pausa, dal weekend di Jerez, diamo uno sguardo alla forma dei piloti di casa nostra, partendo da Valentino Rossi e la M1: il Dottore ed il team dei tre diapason hanno effettuato recentemente dei test (non ufficiali) nella pista italiana del Mugello.

Il pilota spagnolo può fare bene, ma c'è la netta sensazione che le Ducati possono fare davvero bene in questo Gran Premio. Ma la classifica è ancora corta, siamo tutti lì e in ogni gara è successo di tutto.

I buoni risultati ottenuti da Iannone non sono passati certo sotto traccia e proprio la Ducati avrebbe contattato il pilota abruzzese che, intervistato alla mostra ideata da Drudi Performance al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, risponde così: "La mia priorità è restare in Suzuki, stiamo discutendo del nostro futuro". Da un lato, infatti, Desmodovi pretende quel sostanzioso aumento di stipendio che si è più che meritato, stravincendo la sfida interna con Jorge Lorenzo e dimostrandosi l'unico in grado di infastidire Marc Marquez nella corsa iridata.

Altre Notizie