Domenica, 20 Mag, 2018

De Luca smaschera la favola di Giggino-senza-un-euro

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris
Evangelisti Maggiorino | 16 Mag, 2018, 02:37

Ma se non puoi fare niente, se non hai i soldi, vavatten' (vattene, ndr).

"Se un Comune - ha proseguito De Luca riferendosi ancora al Comune di Napoli - ha un disavanzo di un miliardo e 700 milioni qualche problema c'è. La campagna elettorale per la Regione è tra due anni, hai l'ansia, devo darti una camomilla?". Sembrava Calcutta, il Bangladesh -ha dichiarato il governatore-.

Mano dura contro ogni tipo di violenza e chi la commette. "Per chiudere i cantieri - dice De Luca - bisogna lavorare dalla mattina alla sera".

Di contro, il governatore ha poi elencato gli investimenti fatti per Napoli, ribadendo il ruolo centrale della Regione Campania per il futuro della città partenopea.

De Luca non ha usato mezzi termini nel corso di un incontro del Pd nel capoluogo: "L'unico motivo per cui Napoli non sprofonda è perché c'è la Regione a supportarla e perché ha turisti per ragioni internazionali". Nei giorni a cavallo del primo maggio mi sono fatto a piedi a Napoli dall'ospedale Annunziata a Piazza Garibaldi per mangiare da Mimì alla Ferrovia. Un partito dovrebbe parlare con i cittadini ma noi facciamo solo litigi e neanche un'assemblea: "questa di oggi si fa, sia chiaro, perché l'ho chiesta io". "Che si tratti di camorristi - spiega De Luca - di baby-gang, di imbecilli che aggrediscono gli autisti dell'Eav, di chi vandalizza le ambulanze o dei finti centri sociali che fanno occupazioni abusive e violenze continue, dobbiamo fare muro".

Altre Notizie