Venerdì, 20 Luglio, 2018

Salvini conferma la richiesta di più tempo per il contratto di Governo

Strapazzare la Costituzione Governo, Matteo Salvini: “Con M5s ci sono ancora visioni diverse su alcuni punti”
Evangelisti Maggiorino | 15 Mag, 2018, 19:00

Ne ha tutti i poteri costituzionali ma è chiaro che politicamente si tratta diun passaggio delicato, non trovandosi di fronte ad un governo tecnico ma ad uno politico. Alle 16.30 salirà al Quirinale la delegazione dei Cinquestelle, Luigi Di Maio con Danilo Toninelli e Giulia Grillo, rispettivamente Presidente del Gruppo parlamentare del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati; alle 18 quella della Lega, Matteo Salvini con Gian Marco Centinaio e Giancarlo Giorgetti, rispettivamente Presidente del Gruppo parlamentare del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati.

Governo, ultime notizie live: nuovo incontro tra Salvini e Di Maio, il contratto M5s-Lega è (quasi) pronto e avrà il reddito di cittadinanza. Non stiamo discutendo sui nomi, ma stiamo discutendo, anche animatamente, sull'idea di Italia, perché se io vado al governo voglio fare quello che ho promesso di fare. Se Salvini e Di Maio falliscono, un istante dopo si formerà "il governo del presidente", probabilmente presieduto dall'ambasciatore Massolo.

Poco dopo Alessandra Sardoni del TG La7 conferma due indiscrezioni: un nome da proporre al Capo dello Stato c'è - ed è già stato esposto da Di Maio a Mattarella - ma la Sardoni conferma inoltre che la procedura di voto per confermare l'accordo di Governo verrà ripetuta anche dalla Lega in un referendum tra gli iscritti.

Tra questi svariati punti dell'intesa ci sarebbe il reddito di cittadinanza: lo ha spiegato questo pomeriggio Laura Castelli presente nelle ultime 48 ore nel tavolo ristretto di lavoro tra Lega e M5s: "ci sarà il nostro reddito di cittadinanza per intero, senza alcuna limatura, non si parla di reddito a tempo".

Come ha osservato Maurizio Molinari, direttore de La Stampa, a La 7, per accontentare Mattarella "Serve un leader con un alto profilo, tecnico o politico che sia, che garantisce la volontà di rafforzare le alleanze" dell'Italia con Europa e Occidente.

Il capo dello Stato è stufo, ma vuole che i partiti si assumano la responsabilità del flop. I giornali dicono che è 'irrituale', non so se sia irrituale, ma noi non ci stiamo scannando sulle poltrone, stiamo lavorando sui temi.

Caldo anche il capitolo migranti con la Lega che propone rimpatri di massa per gli stranieri irregolari e la reintroduzione del reato di immigrazione clandestina. Tutto a prescindere dal totopremier, totoministri, che non mi appassiona. Così il leader della Lega Matteo Salvini. Secondo la rilevazione di SWG, il partito di destra è cresciuto al 25,5% dal 24% mentre il M5S è in lieve calo al 32,1% dal 32,3%.

Altre Notizie