Domenica, 20 Mag, 2018

Raffreddore molecola blocca il virus. RAFREDDORE, MOLECOLA KILLER

Trovata la molecola capace di vincere il raffreddore, ma per i test bisogna attendere È stata scoperta la molecola in grado di curare il raffreddore
Machelli Zaccheo | 15 Mag, 2018, 16:18

Per tale ragione i ricercatori hanno studiato la Nmt per trovare una molecola che possa spezzare questo processo. Prima di arrivarci infatti dovrebbero essere lanciati degli studi sugli animali per capire se davvero questa scoperta è attuabile e può sconfiggere il raffreddore.

I primi test condotti su cellule umane, pubblicati sulla rivista Nature Chemistry, dimostrano l'efficacia di una molecola contro il raffreddore. Una situazione che continua a garantire profitti d'oro per le case farmaceutiche se si considera che un adulto soffre di raffreddore in media due volte.

In Gb un team di ricercatori dell'Imperial College London ha testato in laboratorio una molecola che dai primi esperimenti sembra in grado di combattere i virus del raffreddore, impedendo loro di 'conquistare' le cellule umane. Inoltre molti farmaci sviluppati in laboratorio sono risultati tossici per gli essere umani.

Invece di attaccare direttamente il virus del raffreddore, hanno pensato infatti di rubare al virus gli strumenti che lo stesso utilizza per assemblare la sua discendenza. La molecola scoperta agisce quindi sulla proteina e blocca la replicazione del virus e la mutazione. Anzi, secondo gli autori della ricerca, sarebbe in grado di agire anche contro altri virus della stessa famiglia del raffreddore (polio, mani-bocca-piedi').

Solari ha aggiunto che "Per i giovani e per chi è in buona salute, il naso chiuso e gli starnuti non saranno gradevoli, ma non mettono a rischio la vita. Un farmaco come questo potrebbe essere estremamente utile se somministrato all'inizio dell'infezione e stiamo lavorando per creare una versione che possa essere inalata, in modo che arrivi rapidamente ai polmoni". "È la prima tappa di un cammino ancora lungo", ha detto il biochimico Roberto Solari, che ha condotto la ricerca nell'Imperial College di Londra con il chimico Edward Tate. "Solo dopo si potrà passare alle prime prove sugli uomini", ha spiegato lo scienziato.

Spesso con la parola raffreddore si indica una cosa molto generica legata alla presenza di sintomi molto simili a quelli dell'influenza, ma come funziona il raffreddore? I virus del raffreddore spostano la N-miristoiltransferasi (NMT), proteina presente nelle cellule umane e costruiscono una corazza proteica (capside), che li protegge. Andy Bell che ha inventato il Viagra quando era un ricercatore alla Pfizer.

L'approccio usato fino ad oggi punta a colpire il virus in maniera diretta con un farmaco specifico.

Altre Notizie