Lunedi, 16 Luglio, 2018

Di Maio e Salvini nel pomeriggio da Mattarella

Due giorni di incontri tra Lega e M5S Governo, la trattativa Lega-M5S va avanti
Evangelisti Maggiorino | 15 Mag, 2018, 01:58

Potrebbero essere aggiunti, si apprende dalle stesse fonti, ad esempio il tema del tagli agli sprechi della politica e della spending review o un punto ad hoc sulla meritocrazia. Domani riferiranno la decisione di chiudere un programma di governo sul futuro.

"Stiamo facendo uno sforzo enorme, e non per interessi personali".

Nonostante il contratto potrebbe essere chiuso, non c'è però ancora un nominativo su chi farà il premier.

Dopo la giornata di sabato al Pirellone, la domenica milanese si era aperta nella stessa sede alle 10.30 con l'arrivo dei partecipanti al tavolo tecnico per la stesura del contratto di governo, cioè il documento che sarà alla base del nascente governo giallo-verde: per il Movimento 5 Stelle erano presenti i deputati Laura Castelli, Alfonso Bonafede e Vincenzo Spadafora, il capogruppo al Senato Danilo Toninelli e il portavoce Rocco Casalino, mentre per la Lega il capogruppo a Palazzo Madama Gian Marco Centinaio, il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli, i deputati Nicola Molteni e Claudio Borghi, il senatore Armando Siri. Prospettiva che, fa notare Salvini, "a noi converrebbe, se guardiamo alla continua crescita della Lega". Restano piccoli dettagli da risolvere su cui si sta ancora lavorando. Del resto il sentiero già indicato dal capo dello Stato negli ultimi giorni ha argini perentori: da un lato il mantenimento degli impegni europei con particolare riferimento al debito e ai conti pubblici, dall'altro il fatto che premier e ministri devono passare dal vaglio, non 'notarile', del Quirinale.

"Bisogna vedere chi sarà scelto". I due leader si sono rivisti nuovamente nel primo pomeriggio e poco prima dell'incontro è stato Salvini in persona a negare ogni ipotesi di nuova convergenza su Di Maio premier. E un altro tra Luigi di Maio e Matteo Salvini, che nello studio di un commercialista nel centro di Milano, si sono incontrati per trovare l'accordo sul nome del premier. Atteso l'ultimo incontro tra i leader prima della rivelazione del nome del terzo uomo, che sarà sicuramente un politico. Giulio Sapelli per il Carroccio, Giuseppe Conte per il Movimento 5 Stelle. Noi lo sottoporremo ai nostri iscritti con un voto online che deciderà se far partire questo governo.

È attesa per oggi pomeriggio la convocazione al Quirinale di Luigi Di Maio e Matteo Salvini da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ci sarebbe l'ok condiviso su 15 punti dei 30 complessivi.

Altre Notizie