Mercoledì, 21 Novembre, 2018

Roma-Juventus alle 20.45 La Diretta i bianconeri a un punto dallo scudetto

Probabili formazioni/ Roma Juventus: diretta tv, orario e ultime notizie live (Serie A) Probabili formazioni Roma-Juventus, un punto per scudetto e Champions League
Cacciopini Corbiniano | 15 Mag, 2018, 00:49

Per capire lui da noi quanto è possibile che facciamo certe cose. E da quel momento in poi le due squadre hanno smesso di premere sull'acceleratore attendendo - tra qualche mugugno del pubblico - il fischio di Tagliavento all'ultima partita in carriera.

Quest'anno c'è stato un miglioramento di mentalità per la Roma... Quando si parla della Juve, vince, spende tot mila milioni ed è inevitabile che pensi sia la migliore. Questa spregiudicatezza e voglia di fare la partita è basilare, dobbiamo crescere a Trigoria dando mentalità e regole precise, non pensando che i più bravi si adagino e gli altri stanno a guardare.

La partita con la Juve la sente come un derby e la gioca anche bene. Niente perché la sconfitta di ieri dell'Inter aveva già garantito alla squadra di Di Francesco la partecipazione alla massima competizione europea e perché i ragazzi di Allegri sapevano che avrebbero vinto lo scudetto anche con due sconfitte grazie alla differenza reti nettamente a loro favore. Non vogliamo essere irriverenti né irrispettosi, ma da oggi, per il nostro mondo, il piccolo mondo del calcio, ha un significato nuovo. "Quei 70/80 milioni all'anno che investono nel mercato". "Ridotto il gap dalla Juve ma fanno cose straordinarie". Obiettivo centrato in casa Roma: "Abbiamo fatto un passaggio di crescita generale". Ci sta di subire qualcosina, c'erano tanti giovani. Non ha, del resto, la certezza di chiudere il torneo sul podio: dipenderà dai risultati di domenica prossima, dal suo a Reggio Emilia contro il Sassuolo e anche dallo spareggio dell'Olimpico tra la Lazio e l'Inter. Forse Marchisio. Ed è ancora tutto da decifrare il futuro di Allegri, più che mai tentato dall'esperienza in Premier League. E' sempre importante comunque arrivare in Champions, abbiamo visto cosa può offrirti.

Alex Sandro 6: nel primo tempo non brilla, andando spesso in difficoltà, poi cresce eccome nella ripresa, diventando un attaccante in più. Purtroppo giochiamo in contemporanea e non possiamo vederla ma sarebbe bello al di là del tifo e delle simpatie. I festeggiamenti, iniziati sul prato dell'Olimpico, proseguiranno fino a sabato, giorno dell'ultimo turno contro il già retrocesso Verona. Nessuno ha regalato niente nella lotta salvezza?

Altre Notizie