Venerdì, 20 Luglio, 2018

Serie A Playoff: si parte subito forte, con il derby Milano - Cantù

Playoff Serie A Milano parte forte Cantù travolta Playoff, Milano-Cantù 87-75, Ea7va sul 2-0
Cacciopini Corbiniano | 15 Mag, 2018, 00:45

La squadra allenata da coach Marco Sodini ha ceduto ad un'Olimpia Milano più in forma fisicamente e più concentrata mentalmente. La pallacanestro sembra uno sport complicato ma non lo è. Soprattutto difensivamente. In tutta franchezza, se si parla di playoff, noi siamo una squadra molto poco esperta e l'ambiente di stasera - un bellissimo ambiente coreografico - ha influito sui miei giocatori. Quello che non mi è piaciuto di oggi è il come abbiamo perso, non il cosa. Poteva starci infatti che qualcuno di loro soffrisse un ambiente del genere e che avesse una reazione sul campo diversa da quella che avrei voluto io. È anche innegabile che a tratti il gioco latiti, la palla sia parecchio ferma e ci si affidi alle soluzioni estemporanee e al talento dei singoli di cui l'EA7 dispone; quindi l'Olimpia sicuramente è la favorita di questi playoff ma le incognite e le sorprese, come da sempre in casa Olimpia, sono dietro l'angolo.

Tanti gli ex canturini tra le attuali fila milanesi: si pensi che i vari Cinciarini, Micov, Abass e Cusin in diverse stagioni hanno vestito la maglia biancoblù, mentre Burns pare destinato alla stessa strada, ma solo nella prossima estate. 'Abbiamo giocato bene dall'inizio e siamo riusciti a trovare un contributo da tutti - ha esordito il coach delle Scarpette Rosse - dobbiamo stare attenti però, perché le serie playoff possono girare in un giorno e Cantù è una squadra orgogliosa, lo abbiamo provato sulla nostra pelle. A me sinceramente di lasciare il ricordo di un giocatore che non piega le gambe non mi piace e sono sicuro che anche i miei ragazzi non vogliono lasciare questa immagine di se. "Con un'aggressività e con un'intensità individuale diversa, con una struttura organizzativa migliore".

Altre Notizie