Mercoledì, 12 Dicembre, 2018

Serie A, Sampdoria-Napoli: cori discriminatori, match sospeso

Soccer Serie A Sampdoria Napoli Sampdoria Napoli
Cacciopini Corbiniano | 14 Mag, 2018, 01:21

Attorno alla mezz'ora del secondo tempo l'arbitro Gavillucci ha sospeso Sampdoria-Napoli, a Marassi, a causa dei cori contro la città partenopea ("Vesuvio lavali col fuoco" e "Napoli m...") dopo il gol realizzato da Arek Milik. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge. Alla fine il risultato è quello scontato. La Sampdoria pressa e cerca di avvicinarsi alla porta difesa da Reina ma la difesa del napoli, grazie a Koulibaly, oggi proprio insuperabile, impedisce praticamente qualsiasi tiro. Nel primo quarto d'ora dominio partenopeo con una sola incursione dei blucerchiati, diagonale di Caprari a lato.

Il Napoli vince, ma non basta perché la Juventus è Campione d'Italia con una giornata di anticipo per aver pareggiato 0-0 all'Olimpico contro la Roma.

Ma dopo una prima frazione di sofferenza la Sampdoria nella ripresa è riuscita ad alzare il baricentro e ad aumentare la propria pericolosità tanto che al 16′ Kownacki da fuori scheggia il palo a portiere battuto. Belec al 18′ ferma Mertens liberato in area piccola da Insigne. Sarri prova così a cambiare inserendo prima Hamsik e poi Milik mentre Giampaolo risponde con Zapata. A seguito di questi cori, l'arbitro chiede allo speaker di annunciare che in caso di cori ripetuti la partita sarebbe sospesa con gravi sanzioni nei confronti della Sampdoria.

Alla ripresa arriva però subito il raddoppio degli ospiti con Albiol che trasforma di testa un angolo da sinistra battuto da Mario Rui.

Altre Notizie