Domenica, 16 Dicembre, 2018

Carlotto condannato per omicidio, scelta Rai agghiacciante

Lo scrittore Massimo Carlotto condannato per omicidio (e poi graziato) condurrà un programma Rai dedicato ai serial killer Massimo Carlotto, lo scrittore accusato di omicidio approda in Rai
Deangelis Cassiopea | 13 Mag, 2018, 02:23

Nel 1993 il presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro decise di concedergli la grazia. La donna, 24 anni, venne ritrovata seminuda nella sua casa di Padova, uccisa con 59 coltellate. Per il presidente del Consiglio Regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, la decisione della RAI è "folle" e "agghiacciante". L'uomo, durante il processo, scappò prima in Francia, poi in Spagna e infine in Messico, da dove venne estradato.

Militante di Lotta Continua, come detto nel 1976 Massimo Carlotto fu accusato dell'omicidio di Margherita Magello.

L'omicidio non è mai stato chiaro, ma al termine di un lungo iter nelle aule di tribunale, processi rifatti, alcuni terminati con assoluzioni e altri con condanne, Carlotto venne ritenuto colpevole e condannato a 18 anni di carcere. Il provvedimento del Quirinale estinse la pena e riabilitò il giallista. Carlotto, infatti, nel 1976 fu accusato della morte di Margherita Magello, una ragazza di 24 anni trovata senza vita nel suo appartamento a Padova con 59 coltellate.

Ora la scelta del servizio pubblico di affidargli la conduzione della trasmissione, che andrà in onda a partire dal prossimo 18 maggio e che riguarderà proprio i crimini dei serial killer.

Altre Notizie