Domenica, 23 Settembre, 2018

Mediobanca, 9 mesi record per utile (+11%) e ricavi (+8,6%)

Rcs, Nagel: Mediobanca non ha fretta di uscire, accompagnerà Cairo in rilancio CheBanca! triplica il numero di consulenti dal lancio della rete
Esposti Saturniano | 11 Mag, 2018, 22:29

"Quindi ogni anno il perimetro di Mediobanca cambia e perciò non ha tanto senso per noi fare un aggiornamento annuale".

I primi nove mesi dell'esercizio chiudono così con un utile netto di 681,9 milioni, in aumento dell'11,1% rispetto ai 613,9 milioni dello scorso anno. Il costo del rischio in discesa a 59 punti base (-33 punti base).

"La raccolta diretta è stabile a 13,3 miliardi di euro, quella indiretta sale da 7,1 a 7,9 miliardi beneficiando del rafforzamento della rete distributiva anche attraverso l'apporto dei promotori finanziari (circa il 65% delle nuove masse gestite sono attribuibile a questi ultimi)".

Mediobanca, primo azionista di Generali con il 13%, conferma l'obiettivo di smobilizzare entro il giugno del 2019 una quota del 3% della compagnia di assicurazioni. Il Total Capital ratio passa dal 16,2% di fine 2017 al 17,3%. Nel corso del trimestre, l'agenzia Moody's ha assegnato per la prima volta il rating di "Baa1" per il lungo termine con outlook "Stable", "A3" ai depositi con outlook "Negative" e "P-2" per il breve termine; si tratta dei livelli più alti assegnati a una banca italiana e superiore a quello della Repubblica Italiana.

Il risultato, spiega un comunicato, riflette il progressivo consolidamento delle acquisizioni nel Wealth Management, nonché il buon andamento di tutte le altre divisioni, in particolare del Consumer Banking.

SPINTA ALLA RACCOLTA DAI CF: Resi noti anche i risultati di CheBanca!, le cui attività non includono ovviamente soltanto il wealth management ma anche il credito e il business bancario tradizionale.

Altre Notizie