Venerdì, 13 Dicembre, 2019

Canale 5 dal 2019 anche su Timvision

I canali Mediaset vanno su Tim Vision Canale 5 dal 2019 anche su Timvision
Esposti Saturniano | 10 Mag, 2018, 18:33

L'accordo con Tim prevede infatti che dal gennaio 2019 sarà possibile vedere sulla piattaforma streaming della società di telecomunicazioni tutti i canali in chiaro del gruppo televisivo: Canale5, Italia1, Rete4, 20, Iris, La5, Mediaset Extra, Italia2, Top Crime e la all news Tgcom24; nell'offerta rientrerà anche il canale Focus, che da metà maggio entrerà a far parte della famiglia di reti Mediaset dopo essere stato gestito negli scorsi anni da Discovery. Solo poche settimane fa Tim ha siglato un'intesa strategica con Vision Distribution per offrire agli abbonati Timvision i migliori titoli del cinema italiano.

L'intesa odierna è un ulteriore riconoscimento della rilevanza editoriale sia delle grandi reti generaliste Mediaset sia dei canali tematici free i cui diritti di ritrasmissione acquistano crescente valore economico in uno scenario multipiattaforma sempre più affollato e competitivo.

"Questo accordo si inserisce in una dinamica globale, se non altro europea, nel passaggio dal broadcast al broadband ovvero dalla diffusione di contenuti da piattaforme tradizionali, come la tv all'online", spiega invece a Formiche.net, Augusto Preta, economista, ex consulente Agcom e fondatore di ItMedia consulting. "Ma certamente l'arrivo di un nuovo soggetto, come Elliott, può aver accelerato il tutto", afferma Preta.

"L'accordo con Mediaset conferma la volontà di rafforzare l'offerta di TIMVISION, proseguendo con determinazione nel nostro percorso di alleanze con i migliori player del mercato". Siamo la nuova tv e vogliamo continuare ad ampliare la nuova proposta di contenuti. Lo scrive Tim in una nota, aggiungendo che in questo modo si arricchisce l'offerta di Timvision (1,5 milioni di clienti) e potrà così affiancare all'ampio catalogo di film e serie TV derivanti da accordi con le più importanti major internazionali, e alle produzioni e coproduzioni proprie, anche i contenuti e l'informazione offerti da altri grandi player italiani ed internazionali.

Altre Notizie