Domenica, 21 Ottobre, 2018

Le novità introdotte nel corso del Google I/O 2018

Android Dashboard: nuova funzione per la disconnessione automatica Le novità introdotte nel corso del Google I/O 2018
Acerboni Ferdinando | 09 Mag, 2018, 15:02

Cos'è Android Things? Si tratta di una piattaforma di sviluppo realizzata con lo scopo di facilitare la produzione di gadget smart alle varie compagnie partner sfruttando i servizi di Big G. Google gestisce infatti alcune parti del software e le feature intelligenti, con gli sviluppatori che devono solo implementarle sui prodotti attraverso strumenti molto simili a quelli che utilizzano già nello sviluppo dei prodotti Android.

In occasione del rilascio di Android Things 1.0, Google ha annunciato il supporto per i nuovi System-on-Modules (SoM) basati sulle piattaforme hardware NXP i.MX8M, Qualcomm SDA212, Qualcomm SDA624 e MediaTek MT8516.

"Android Things è il sistema operativo gestito di Google che ti consente di creare e gestire dispositivi di Internet of Things su larga scala".

Nel giro di una manciata di minuti (ma potrebbe essere necessario un riavvio) sulla barra delle notifiche dello smartphone compare la voce che permette di installare la beta di Android P. Il peso del file può superare ampiamente il gigabyte, quindi consigliamo di connettersi alla Wi-Fi per il download e avere la batteria carica prima di eseguire l'update. Cosa c'è da aspettarsi e di cosa si parlerà stasera.

Su tutto Google Assistant sta iniziando davvero a stupire, come oggettivamente nessun altro strumento proposto dai competitor sembra al momento riuscire a fare con la stessa efficienza (si pensi a Siri di Apple e Bixby di Apple per esempio). Inoltre ci sarà da parlare anche di Google Assistant che giorno dopo giorno sta crescendo meritando grande attenzione. Google si limita a dire che l'ottica è di semplificare il più possibile la fruizione.

Le novità introdotte nel corso del Google I/O 2018

Man mano che più persone usano l'app, Lookout userà l'apprendimento automatico per apprendere ciò di cui le persone sono interessate a conoscere e fornirà questi risultati più spesso. È pronta all'esordio una nuova versione di Google news, il sistema di raccolta delle notizie giornalistiche, dove l'azienda scremerà in maniera più accurata le informazioni che ritiene utili per l'utente.

Arriva una barretta bianca in basso per abilitare nuovi scenari di utilizzo, e tante novità anche per Do Not Disturb che potrà essere attivato semplicemente capovolgendo lo smartphone sul tavolo, salvo lasciare facoltà di disturbarci ai contatti che abbiamo autorizzato a farlo, all'ora di andare a nanna Android P potrà trasformare il vostro display in uno schermo bianco e nero per sollecitare in un certo senso il riposo.

Il dispositivo in questione si chiama ADT-2 ed è dedicato agli sviluppatori di app per Android TV.

Android P cambia e migliora da più punti di vista l'esperienza dell'utente sui device a partire dalle Gesture. L'IA è ormai una componente indispensabile per gli smartphone moderni e la ritroviamo non solo nell'ormai diffusissimo Google Assistant ma anche all'interno di due nuove funzionalità: Actions e Slices.

Altre Notizie