Venerdì, 20 Luglio, 2018

Brembo, ricavi trimestrali in crescita (+4%). Utile a 68,2 milioni

QUINTO TRIMESTRE CONSECUTIVO DA RECORD, CRESCE IL FATTURATO Ferragamo, ricavi e utile in calo nel primo trimestre
Esposti Saturniano | 08 Mag, 2018, 16:21

Un'annata positiva per l'azienda specializzata nella produzione di nylon 6 che ha visto un miglioramento di tutti i principali indicatori economici e di redditività, a partire dai ricavi che si sono attestati a quota 549,3 milioni di euro, in crescita del 14% rispetto al risultato raggiunto nel 2016 (482 milioni di euro). Il segmento Imprese è cresciuto del 0,5% rispetto ad un primo trimestre 2017 particolarmente positivo e dopo l'ottima performance del quarto trimestre del 2017. Un dato sul quale ha inciso positivamente l'aumento fatto registrare nelle vendite dei prodotti delle linee Polimeri, Ntf (nylon textile filament, fibre sintetiche destinate principalmente al settore dell'abbigliamento) e Bcf (bulk continuous filament, fibre sintetiche destinate principalmente al settore della pavimentazione tessile, +6%). Questo sistema industriale è uno dei più efficienti al mondo per la completa rigenerazione delle materie prime e ci consente non soltanto di rigenerare rifiuti che altrimenti finirebbero in discarica o negli oceani ma anche un reale e consistente risparmio di risorse fossili naturali e allo stesso tempo pone alte barriere all'entrata rispetto a eventuali nuovi competitor. L'EBITDA margin è pari al 13,8%, (13,3% al 31 marzo 2017).

L'Utile netto consolidato si attesta a 38,3 milioni, in crescita del 16,6%, con un'incidenza sul fatturato pari al 23,3% (20,9% nel 1° trimestre 2017). L'indebitamento è aumentato da 381,8 a 484,6 milioni, mentre il patrimonio netto è di 933,1 milioni.

La Società conferma le linee guida di sviluppo comunicate al mercato durante l'Investor Day del 10 maggio 2016, in cui ha presentato ad investitori e analisti finanziari le indicazioni per il periodo 2016-2018 riguardanti la crescita dell'EBITDA, la struttura del capitale e la politica dei dividendi.

Sommando all'utile netto del primo trimestre 2018 la plusvalenza netta di circa 400 milioni di euro derivante dalla partnership con Intrum da contabilizzare entro l'anno, i circa 1.650 milioni risultanti corrispondono a circa il 43% dei 3,8 miliardi di utile netto del 2017.

Confermate le stime per il 2018.

Altre Notizie