Вторник, 19 Июня, 2018

Pedofilia, Telefono Azzurro: nel 2017 un abuso ogni tre giorni

Pedofilia, un abuso su un minore ogni 72 ore 5 maggio: Giornata nazionale contro Pedofilia e Pedopornografia
Machelli Zaccheo | 06 Мая, 2018, 03:46

Come ogni anno, l'organizzazione Telefono Azzurro presenta dati aggiornati sull'abuso, sullo sfruttamento sessuale dei bambini in Italia e sul tema della pedofilia, favorendo tavole rotonde e dibattiti sui temi della prevenzione, dell'ascolto delle vittime e della loro terapia e su altri temi al riguardo.

L'associazione ha lanciato anche una "call to action" rivolta a istituzioni, famiglie, scuole, forze dell'ordine per potenziare l'azione di prevenzione contro la pedofilia.

Il 114 Emergenza Infanzia è un Servizio multicanale di emergenza, promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri e gestito, senza soluzione di continuità da SOS Il Telefono Azzurro onlus dal 2003, anno della sua istituzione.

"I dati del 2017 mostrano un quadro sostanzialmente stabile rispetto al 2016 e al 2015, ma è difficile fornire una fotografia strettamente realistica".
Chat, siti web e social network offrono ai predatori la possibilità di celarsi dietro l'anonimato o una falsa identità, a danno di bambini e adolescenti, dando origine a nuove forme di abuso: sexting, invio di contenuti sessualmente espliciti attraverso e-mail o chat; sextortion, diffuso soprattutto tra gli adolescenti, consiste nel forzare qualcuno ad inviare video o immagini sessualmente espliciti; grooming, o adescamento online tramite chat, app e siti web; e live distant child abuse, cioè la condivisione in live-streaming di video pedopornografici. In Europa quasi 18 milioni di bambini, segnala il Telefono Azzurro, sono risultati vittime di abuso sessuale. Nel 2017 sono stati individuate 78.589 pagine web contenenti immagini di abuso sessuale su minori, oltre la metà delle vittime ha 10 anni, nel 40% dei casi l'abusante è conosciuto online. I numeri sono stati ricavati dalle segnalazioni arrivate al servizio Emergenza infanzia 114 e descrivono per il 2017b una situazione non molto diversa dai due anni precedenti. Spesso gli abusi avvengono online ogni 7 minuti una pagine web mostra immagini di bambini abusati sessualmente. "Questo vuol dire che dobbiamo formare gli adulti, gli educatori, a cogliere segnali precoci e saper aiutare le vittime, trovare modalità di ascolto protette". Il 6% delle segnalazioni al 114 riguarda adescamenti online.

Ciò che si può fare, dunque, è orientarsi per esempio a partire dai dati della linea 114 Emergenza Infanzia attivata dall'associazione.

Altre Notizie