Lunedi, 03 Agosto, 2020

Palermo, Stellone: "Vincere a Terni per tornare a volare"

Palermo Zamparini “In corsa per il secondo posto. Bene La Gumina e Rolando” Palermo, Stellone: "Vincere a Terni per tornare a volare"
Cacciopini Corbiniano | 05 Mag, 2018, 13:23

Rammarico. Facendo un passo indietro alla partita col Parma, De Canio non si nasconde: "Ho fatto i complimenti all'arbitro a Parma, per la gestione della partita, ma negli episodi no: il primo gol è in fuorigioco, non ci sono santi, Ceravolo è più avanti di Statella, il nostro gol era regolarissimo, poi mi fermo ma ci sono anche altri episodi". Penso che si sapesse dall'inizio che si dovesse lottare per non retrocedere, o almeno io penso questo, ma se guardo anche l'esperienza dei calciatori a disposizione può venire anche un buon risultato ma se viene significa che si è andati oltre le più rosee aspettative. "Arriviamo con le idee un po' più chiare". Quando giochi con queste squadre, tecnicamente più forti, devi cercare di difendere bene e se si ha la possibilità di colpire nelle occasioni che ti concedono. I rosa, costretti anche a guardare lo specchietto retrovisore e a non sottovalutare la presenza minacciosa delle inseguitrici (il Venezia è ad un solo punto di distanza, Bari e Cittadella a -3), sanno che domani in Umbria solo un successo potrà consolidare la base sulla quale costruire nella volata finale l'edificio con vista sulla serie A. Questo non è un alibi, abbiamo perso e non ne cerco, col Pescara abbiamo perso sul piano del gioco, ma sfido a dire che Nasca sia stato irreprensibile, per non parlare di quanto successo con Illuzzi. Patto nello spogliatoio? Ci siamo giocati il pari, adesso possiamo solo vincere. "Non vogliamo essere vittime sacrificali". I rosanero devono assolutamente vincere in vista della volata promozione e dovranno farlo senza Nestorovski. "Sono solito fare riflessioni a 360°". Stagione finita, come è noto, per Gasparetto e Albadoro.

Il tecnico del Palermo, Roberto Stellone ha già annunciato la formazione. "Non abbiamo niente da nascondere - dice Stellone - giocheranno Pomini in porta; Rispoli a destra, Dawidowicz e Rajkovic al centro e Aleesami a sinistra in difesa; Murawski e Chochev a centrocampo, perché preferisco non rischiare Jajalo, Rolando esterno a destra, Coronado esterno a sinistra e due punte con La Gumina e Moreo".

Altre Notizie