Domenica, 24 Giugno, 2018

Vaccinazioni scuola | Bambini ancora non riammessi

Torino, espulsi dalla materna i primi due bambini non vaccinati. Altri due non ammessi a Collegno Vaccini, Torino: scatta il divieto di frequenza per 4 bambini
Machelli Zaccheo | 03 Mag, 2018, 12:25

Nella regione i bambini che non hanno effettuato i vaccini obbligatori potrebbero essere alcune decine, ma le autorità sanitarie non hanno ancora fornito dati precisi.

Il contrario succede ad Aosta, dove otto bambini non in regola con le vaccinazione sono state ugualmente ammessi negli istituti.

Infatti, a proposito appunto della Legge Lorenzin, la dirigente scolastica delle scuole materne Keller e Kandinskij, nel quartiere Mirafiori di Torino, ha notificato alle famiglie di due bambini il divieto a presentarsi in classe fino a quando non saranno in regola con le vaccinazioni, in applicazione della legge.

Situazione simile a Collegno, rende noto Matteo Cavallone, assessore comunale alle Politiche educative: "Per tutto l'anno abbiamo inviato ai genitori più sollecitazioni". "Il rispetto della legge non è una questione politica - sostiene Cavallone -. Nei mesi scorsi abbiamo anche incontrato le famiglie".

Lo scorso 4 aprile la preside aveva inviato alle famiglie una raccomandata per sollecitare la vaccinazione dei figli, poi venerdì scorso ha informato i genitori che da ieri i bambini non sarebbero più risultati iscritti e così ieri i piccoli non si sono presentati. La disposizione, per ora, pare sia stata quella di continuare ad accettare i bambini, dal momento che non sta al personale della scuola impedire fisicamente, secondo questa impostazione, l'ingresso del bimbo nella struttura, se la famiglia continua ad accompagnarlo.

Scaduti i termini per l'adempimento dell'obbligo vaccinale, gli alunni non in regola con le norme nazionali sono stati ugualmente ammessi a scuola; di questi sette negli asili nido e uno nella scuola dell'infanzia. "Nessuno si è assunto la responsabilità di non far entrare a scuola i bambini, anche a causa di un vuoto normativo", ha spiegato Minetti.

Altre Notizie