Lunedi, 23 Settembre, 2019

Apple e Shazam, matrimonio sotto accusa. Commissione Europea indaga

Apple-Shazam: UE apre indagine sulla fusione L'acquisto di Shazam da parte di Apple finisce sotto la lente dell'Unione Europea
Acerboni Ferdinando | 26 Aprile, 2018, 16:33

L'indagine si concluderà il 4 di settembre, ed è stata sollecitata da diversi paesi come (ovvero Austria, Francia, Islanda, Italia, Norvegia, Spagna e Svezia), che hanno chiesto all'esecutivo Ue di esaminare l'operazione. Nata nel 2002, dall'idea di quattro studenti della Barkley University, la svolta giunge solo nel 2008, quando Shazam entra a far parte prima di Apple Store e poi anche del Play Store di Android.

Apple Muisic, secondo quelle che sono le stime, risulta essere attualmente il secondo servizio di streaming musicale in Europa, dove la leadership resta in mano a Spotify. Apple infatti potrebbe infatti scegliere di eliminare il referral alla piattaforma della società nordeuropea favorendo la propria, provocando una perdita significativa di traffico. Sempre più europei utilizzano servizi di streaming musicali.

Nelle scorse settimana avevamo introdotto il fatto che la Commissione Europea si sarebbe espressa circa i termini dell'acquisizione Shazam il 23 aprile 2018. Secondo il Wall Street Journal, questo passaggio influenzerebbe il 10 per cento di tutti gli acquisti digitali e costituirebbe la maggiore fonte di guadagno di Shazam. Elementi che possono aiutare Apple in maniera scorretta nella personalizzazione del servizio, e soprattutto nella battaglia con il competitor più importante, Spotify.

La Commissione teme in buona sostanza che Apple, acquisendo Shazam, possa mettere le mani su dati sensibili dal punto di vista commerciale, nonché sui clienti della concorrenza: l'accesso a questa mole di dati potrebbe permettere alla Mela di contattare gli utenti che non sono ancora suoi clienti e incoraggiarli a passare ad Apple Music. Pertanto, i servizi concorrenti potrebbero trovarsi in svantaggio competitivo. Ad essere oggetto di una "indagine approfondita" e l'app Shazam per scoprire il titolo della canzone che stiamo ascoltando, comprata a fine 2017 da Cupertino.

"Negli ultimi anni rivela - la commissaria Margrethe Vestager - è cambiato radicalmente il modo di ascoltare musica e gli europei si affidano ai servizi di streaming musicale".

Altre Notizie