Venerdì, 28 Febbraio, 2020

Vigile in pensione uccide il figlio e poi si toglie la vita

Vigile in pensione uccide il figlio e poi si toglie la vita Vigile in pensione uccide il figlio e poi si toglie la vita
Evangelisti Maggiorino | 25 Aprile, 2018, 18:45

Due persone, padre e figlio, sono state trovate prive di vita. Aveva 37 anni. Poi, poco distante, l'uomo, un ex vigile urbano, si è puntato la pistola alla tempia sparandosi.

Il cadavere di Giovanni Tramutola è stato trovato all'interno di un'automobile Fiat "Punto" nel cortile dell'abitazione di famiglia.

Sul luogo dei fatti sono arrivati due magistrati della Procura della Repubblica di Potenza, il procuratore aggiunto Francesco Basentini e la pm Anna Gloria Piccininni, che coordinano le indagini condotte dalla Polizia. L'ipotesi al vaglio degli inquirenti è ovviamente quella privilegiata sull'omicidio-suicidio, ma non si escludono altre piste che nel corso della giornata andranno a definirsi se "valevoli" di evoluzione oppure se scartate davanti all'evidenza, per ora, dell'omicidio del figlio e del successivo suicidio in casa.

L'omicidio-suicidio è avvenuto a Potenza, vicino a un'abitazione del rione Betlemme.

L'allarme era stato lanciato da un altro figlio che si trovava in casa al momento degli spari. Il padre, Giovanni Tramutola, avrebbe infatti ucciso il figlio con alcuni colpi di pistola, legalmente detenuta. La Polizia sta in queste ore ascoltando alcuni parenti delle vittime per comprendere il movente alla base del dramma familiare.

Altre Notizie