Venerdì, 25 Mag, 2018

Cassano: "Torno a giocare. Solo i pipponi possono dire di essere ex"

Cassano futuro Cassano sul suo futuro
Cacciopini Corbiniano | 24 Aprile, 2018, 19:45

"Soltanto i pipponi possono dire di essere ex perche' quando giocavano erano gia' dei pipponi".

Dopo l'addio, il secondo, alla Sampdoria, Antonio Cassano non ha più trovato una squadra disposta ad accoglierlo.

L'ex giocatore della Roma Antonio Cassano ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport. Quando tornerò? Non lo so, ma sicuramente voglio continuare.

'Fantantonio' è convinto di poter dare ancora molto al mondo del calcio: "Per dimostrare che posso fare la differenza, ne sono convinto al cento per cento; poi voglio divertirmi". La squadra ideale per rientrare? In un mese ho perso 5 chili - assicura Cassano - sto bene e voglio continuare a giocare, non per i soldi, non l'ho mai mai fatto in tutta la mia carriera, ma per orgoglio personale. "Se si lotta solo per non retrocedere, e magari si finisce per scivolare in B, allora preferisco restare a casa con i miei figli". Sono andato per la partita con il Barcellona ma mi sono stressato, tutti mi cercavano perché mi vogliono bene, non ci torno anche se tutti mi dicono di tornare perché porto bene. "Vorrei avere un allenatore che punta su di me per farmi rendere al massimo". "Però se dovessi dargli un consiglio, lui ha sempre allenato giocatori e squadre top, ma oggi in Italia di top player c'è solo Buffon.". Cassano parla anche dell'incontro con Totti: "Mi ha detto che Di Francesco è un grande allenatore, mi ha parlato di quello che gli piacerebbe fare in futuro, anche se mi ha detto che gli sarebbe piaciuto continuare a giocare, ma adesso ha intrapreso una nuova carriera".

Altre Notizie