Giovedi, 23 Gennaio, 2020

Pugliesi in Serie A: Fiorentina-Lazio da dimenticare per l'arbitro Damato

Stefano Pioli Stefano Pioli
Cacciopini Corbiniano | 20 Aprile, 2018, 22:27

Due espulsioni nel primo quarto d'ora. Partiamo dai rossi, mostrati entrambi per fallo su chiara azione da gol. Veretout, che adesso chissà quanto vale (la presunta valutazione di 20 milioni fatta dal Lione e rimbalzata nei giorni scorsi dalla Francia fa sorridere...) e Luis Alberto. Damato consulta la Var, mantenendo la decisione iniziale. Pioli fa riposare Saponara e sceglie Gil Dias a centrocampo, scelta non felice. Entra in campo Dragowski e Pioli richiama in panchina Eysseric. Rosso anche in questo caso per il laziale tra le proteste degli ospiti. E pensare che questa partita è stata tutt'altro che noiosa, con l'errore di Sportiello (Dragowski poi non ha fatto molto meglio...) e la splendida reazione viola con Veretout (punizione e rigore). Inzaghi sostituisce De Virj con Felipe Anderson per dare più spinta offensiva. Ma le emozioni continuano. Nel recupero del primo tempo Caceres pareggia di testa sugli sviluppi di un corner, nell'occasione il portiere viola poteva fare di più. Si va al riposo sul 2-2.

ALTRI DUBBI - Gli episodi non mancano anche nella ripresa: al quinto Simeone segna il gol del momentaneo 3-2, ma l'arbitro annulla per posizione di fuorigioco che, come dimostrano le immagini, non c'è. Prima tripletta in carriera per il centrocampista viola. Poco dopo ancora Immobile protagonista con un tiro che sfiora il palo alla sinistra di Dragoswki. La Lazio al 70' ristabilisce la parità con Felipe Anderson: grande conclusione da fuori del brasiliano e 3-3. Intanto il Milan, con il pareggio contro il Torino di ieri, si può considerare praticamente fuori dalla corsa per l'Europa che conta.

Stefano Pioli se la prende con l'arbitro. Perdiamo anche palla noi, ci sono demeriti nostri.

Che quella tra Veretout con la Fiorentina non sarebbe stata una storia banale, lo si era intuito dagli esordi. Abbiamo avuto poca lucidità quando siamo rimasti in dieci. Due minuti e gli ospiti vanno addirittura in vantaggio con un guizzo di Luis Alberto che anticipa Pezzella su cross di Marusic.

Altre Notizie