Giovedi, 20 Settembre, 2018

Milan, tra rifinanziamento e Uefa: un' agenda ricca d'incontri

UEFA President Aleksander Ceferin UEFA President Aleksander Ceferin
Cacciopini Corbiniano | 20 Aprile, 2018, 11:42

Si legge, infatti: "Oggi nella sede dell'Uefa a Nyon, la dirigenza dell'Inter sarà sotto esame".

In queste ore, come riporta sportmediaset, l'Inter è a Nyon: la Uefa verificherà il bilancio chiuso a giugno 2017. In Svizzera è presente l'amministratore delegato Alessandro Antonello accompagnato dai dirigenti Tim Williams e Michael Williamson, oltre che dal capo della comunicazione Robert Faulkner. Qualche preoccupazione in più sembra esserci in merito al rientro nei parametri per quanto riguarda la prossima stagione e non è dunque esclusa qualche cessione eccellente che possa garantire le plusvalenze necessarie a ritrovare l'equilibrio dei conti per l'ultima stagione di validità di questo accordo pluriennale siglato ai tempi proprietà del club di Erick Thohir. L'Inter ne prese una da 20 milioni, ma ne pagò 6, lo scorso anno.

Il settlement agreement è un testo che indica tutte le sanzioni che il Milan dovrà scontare e che verrà firmato dalle parti con "patto di riservatezza". Bisognerà poi lavorare per far quadrare il bilancio 2018.

La delegazione del Milan, guidata da Marco Fassone e David Han Li, sarà a Nyon per discutere con l'Organo di Controllo Finanziario per Club del settlement agreement. La Uefa chiederà come l'Inter è arrivata a produrre il bilancio in questione e la risposta definitiva dell'organismo europeo del calcio arriverà a maggio, a fine campionato. Saranno fondamentali le garanzie scritte da Elliott, ma sarà anche importante che dalla Cina giungano notizie confortanti sullo stato di salute finanziaria di Yonghong Li.

Altre Notizie