Giovedi, 19 Settembre, 2019

Caffè utile anche contro il diabete di tipo 2

Buone notizie per gli amanti del caffè: “Riduce il rischio di diabete” Caffè, ma quale cancro: ecco quanto ne devi bere per dribblare diabete e Alzheimer
Machelli Zaccheo | 20 Aprile, 2018, 00:25

Diabete, fa bene anche bere camomilla?

Ora, questa nuova review, pubblicata sulla base di un'indagine di 30 studi su una popolazione di 1,2 milioni di persone, ha stabilito che il pericolo di sviluppare il diabete di tipo 2 diminuirebbe rispettivamente del 7% in caso di caffè con caffeina e del 6% in caso di caffè decaffeinato per ogni tazzina consumata in una giornata. In particolare stando a quanto è stato evidenziato da un documento revisonale, assumere quotidianamente questa bevanda ridurrebbe del 30% il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. I ricercatori in ogni caso sottolineano che saranno necessari altri studi per confermare a lungo termine l'esistenza di questi meccanismi protettivi. Per comprendere le cause di questo fenomeno, gli scienziati hanno esaminato i meccanismi biochimici della bevanda, scoprendo che l'effetto benefico sarebbe dovuto alle sue proprietà antiossidanti. Gli studiosi hanno rilevato che il caffè grazie alle sue proprietà antiossidanti, può ridurre lo stress ossidativo, associato, oltre che a numerosi effetti avversi sulle funzioni cardiovascolari, metaboliche e renali, anche all'insorgenza di diabete di tipo 2.

Inoltre, molte sono le ricerche che hanno dimostrato come il consumo regolare di caffè sia utile a wridurre i livelli dei marcatori pro-infiammatori e di conseguenza l'infiammazione cronica di basso grado, collegata a disturbi cardiovascolari e metabolici, come il diabete di tipo 2. La decisione dell'Oms è suffragata da numerose ricerche scientifiche che hanno dimostrato come il consumo moderato di caffè, 3-5 tazzine al giorno, possa inibire l'insorgere di una serie di patologie come il tumore al fegato e all'endometrio.

Sono passati due anni da quando l'Organizzazione Mondiale della Sanità decise di rivedere la sua posizione riguardo il caffè, rimuovendolo dalla lista dei possibili cancerogeni per l'uomo. Lo afferma uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Nutrition Reviews.

Altre Notizie