Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Astrofisica Gssi tra magnifici 100 Time

L'astrofisica italiana Marica Branchesi nella classifica dei 100 personaggi influenti di Time Branchesi nella classifica dei 100 personaggi influenti di Time
Acerboni Ferdinando | 19 Aprile, 2018, 21:40

C'è anche un'italiana tra le cento persone più influenti al mondo.

Gli italiani Branchesi e Testa sono in buona compagnia nell'Olimpo dei 100 personaggi più influenti dell'anno secondo Time: il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e quello cinese Xi Jinping, il guru di Tesla Elon Musk e il tennista svizzero Roger Federernna diventata poi mamma.

"Sono molto emozionata, è un riconoscimento davvero inaspettato", afferma Marica, "dalle scoperte rivoluzionarie ottenute osservando le onde gravitazionali ai riconoscimenti internazionali degli ultimi mesi, per me è un continuo susseguirsi di grandissime emozioni". Nel dicembre scorso la rivista Nature l'aveva inserita nella top ten delle personalità scientifiche più importanti del 2017. Lavora nei laboratori nazionali del Gran Sasso dell'Istituto nazionale di Fisica Nucleare ed è attiva da anni all'interno della collaborazione internazionale di Ligo-Virgo, il rivelatore europeo di onde gravitazionali che si trova a Cascina, in provincia di Pisa. "Siamo orgogliosi che Marica sia una nostra ricercatrice", commenta il prof.

"Quando ho ricevuto l'email dell'editor di Time", ha detto "l'ho guardata due o tre volte prima di capire: ero un po' confusa, mi chiedevo è spam o reale?" Il suo riconoscimento è ancora più importante poiché si tratta della prima figura proveniente dal mondo della scienza.

"Il ruolo di coordinamento svolto da Marica e dai suoi colleghi, che ha fatto sì che le decine di osservatori elettromagnetici sulla Terra e nello spazio lavorassero in modo coeso e sinergico assieme agli interferometri di onde gravitazionali, è stato determinante per il raggiungimento del risultato, ed è rappresentativo del carattere 'coralè di questa scoperta: siamo molto contenti - conclude Ferroni - che il valore di tutto ciò venga riconosciuto anche al di fuori della comunità scientifica e a livello mondiale". "È un ulteriore segno che è possibile reclutare brillanti talenti e fare scienza di frontiera in Italia e in particolare all'Aquila, che sta diventando una moderna città europea della conoscenza".

Altre Notizie