Lunedi, 23 Luglio, 2018

Sampdoria, Giampaolo prova a battere se stesso e la sua 'maledizione'

Giampaolo LaPresse Jennifer Lorenzini
Cacciopini Corbiniano | 18 Aprile, 2018, 21:36

Come di consueto prima della gare infrasettimanali, nessuna conferenza per Marco Giampaolo, alla vigilia della sfida di campionato col Bologna. Anche perché la partita contro il Bologna si presta alle caratteristiche tecniche del giovane danese. "E' una partita importante per noi, quasi fondamentale, che dobbiamo vincere facendo valere la differenza di motivazioni". L'obbligo della vittoria non è un peso, dobbiamo giocare per vincere come abbiamo sempre fatto, è un obiettivo. Si vince insieme, il concetto di insieme abbraccia tutti: "è il momento di stare uniti". Abbiamo lavorato su questo: non è questione di brillantezza, ma di copertura degli spazi e dei tempi. La sconfitta è arrivata ma la squadra ha messo in campo una buona prestazione, gli errori che ci sono stati sono di centimetri a livello difensivo ed è mancato qualcosa a livello offensivo.

L'unica volta che Quagliarella e compagni sono riusciti a conquistare al di fuori del weekend - che a volte comprende anche il venerdì o il lunedì - è l'impresa compiuta a Bergamo contro l'Atalanta, quando la Sampdoria si è imposta 2-1. Il Bologna invece ha raccolto un solo punto nelle ultime sei trasferte di Serie A e subisce gol da 11 match esterni di fila (19 reti concesse in questa striscia). Qualche giocatore lo cambierò, poi quella di Roma è una partita a sé, ci penseremo da dopodomani. Non sai mai cosa aspettarti, però ha qualità. Nessuno vuole perdere, mi aspetto una gara dura da portare a casa con spirito, intelligenza e aiuto dal pubblico.

Altre Notizie