Mercoledì, 12 Dicembre, 2018

Resti umani trovati in ex deposito Fs della Centrale a Milano

Resti umani trovati in ex deposito Fs della Centrale a Milano Resti umani trovati in ex deposito Fs della Centrale a Milano
Evangelisti Maggiorino | 17 Aprile, 2018, 19:06

Questa la macabra scoperta fatta questa mattina a Milano da un senzatetto all'interno di un ex deposito ferroviario tra viale Lunigiana e via Sammartini, vicino alla stazione Centrale. "Spesso si recava a Milano dove soggiornava all'Istituto Giovanni Ferrara per persone disagiate", si legge sul sito ufficiale di Chi l'ha visto?

A due passi dalla Stazione Centrale di Milano sono stati trovati resti umani. Quest'ultimo era circondato di bottiglie, una coperta, e da una patina nera che potrebbe anche non essere - secondo le ultime informazioni - la fuliggine di un incendio, ma un misto di smog muffa e umidità. Ha vissuto da invisibile nel capoluogo lombardo e, da invisibile, è morto: oggi avrebbe 74 anni. Sebbene le condizioni dei resti non permettano di definirne il sesso, accanto è stato rinvenuto il documento di indentità di un uomo scomparso nel 1991: si tratta di un 75enne originario di Enna, affetto da problemi psichici, di cui si era persa ogni traccia. Secondo quanto riferito dalla polizia intervenuta nell'ex deposito ferroviario, vicino alle ossa trovate in ordine sparso, è stata rinvenuta, tra le altre cose, anche la carta d'identità di un uomo nato in Sicilia nel 1943 di cui era stata denunciata la scomparsa nel 1991.

Secondo i primi accertamenti effettuati dal medico legale le ossa apparterrebbero a una persona "morta da diversi mesi" e coinciderebbero con l'età del 74enne riportata sul documento malconcio trovato a fianco dello scheletro. La Polizia Scientifica - sempre con la consulenza della anatomopatologa Cristina Cattaneo, è al lavoro.

Altre Notizie