Среда, 19 Сентября, 2018

Tribunale, anche a Napoli un flash-mob degli avvocati per protestare contro l'Inps

No alla gestione separata. Flash mob degli avvocati del foro di Torre Annunziata RIFORMA PENSIONI/ Oltre i vitalizi un altro privilegio per i parlamentari (ultime notizie)
Esposti Saturniano | 16 Апреля, 2018, 21:29

Questa mattina si è tenuto un flash mob in tutta Italia, al quale ha partecipato anche una delegazione di avvocati della provincia pisana. Un vero e proprio flagello al quale sono seguite e seguono numerosissime operazioni giudiziali che vedono l'Insp soccombere nella maggior parte dei casi, ma questo non basta.

Una protesta silenziosa contemporaneamente davanti ai tribunali di tutta Italia. A questa iniziativa ha aderito anche l'Organismo Congressuale Forense, che ha condannato fermamente l'operazione "Poseidone 2" intrapresa dall'Inps ai danni di 800.000 giovani professionisti (avvocati, ingegneri, architetti, medici, dottori commercialisti, ragionieri, geometri) che si sono visti recapitare avvisi di pagamento per migliaia di euro. "Dal 2011 l' I.N.P.S.", - sottolineano - nascondendosi dietro la promessa di una pensione, soffoca i piccoli e giovani professionisti, chiedendo loro di pagare contributi non dovuti.

La questione è stata affrontata anche dall'Ordine degli avvocati: "Solleciteremo l'Inps di non procedere all'iscrizione forzata per gli avvocati non iscritti a Cassa forense negli anni precedenti al 2012, invitando lo stesso ente - ha sottolineato Maurizio Bianco, presidente del Foro napoletano - ad eliminare la maggiorazione degli importi e a non agire "in executivis" nei confronti dei colleghi iscritti d'ufficio". Partono denunce ed esposti in Corte dei Conti.

Non saranno una o più sentenze della Cassazione che possono stravolgere un principio di diritto. Così, fuori di sé, si è presentato nella sede dell'Inps tentando di "riprendersi" quello che gli era stato tolto minacciando un insano gesto.

Perché di previdenza non si può morire!

Altre Notizie