Sabato, 21 Aprile, 2018

Il Papa al bimbo: tuo padre in cielo anche se non credeva

Hollie e Montannah sulla vetta Hollie e Montannah sulla vetta
Evangelisti Maggiorino | 16 Aprile, 2018, 21:26

Un bimbo di nemmeno un anno di età è stato salvato dall'amore di suo padre. I genitori del bambino hanno subito accettato di buon grado l'idea. Il piccolo ha pochi mesi.

I medici hanno dovuto valutare velocemente la mamma e il papà del bambino e alla fine la scelta è ricaduta su quest'ultimo perché la madre doveva occuparsi dell'altro figlio. A complimentarsi "con il professor Umberto Cillo e tutta la sua équipe per il risultato di questo intervento di alta complessità" è il Centro nazionale trapianti. Padre e figlio sono stati dimessi dopo una breve degenza e stanno bene. Adesso, in ogni caso, sia il padre che il piccolo godono entrambi di ottima salute. Aveva urgente bisogno di un trapianto di fegato. Per arrivare all'obiettivo, il papà è rimasto ricoverato una settimana nella struttura ospedaliera, il bambino anche di più. Mentre il fegato dell'adulto che ne ha donato un pezzo, ha la capacità di rigenerarsi e di mantenere una normale funzionalità, senza condizionare la sua vita futura.

Come precisato dal professor Marco Spada dell'ospedale Bambin Gesù di Roma, i bambini trapiantati crescono regolarmente e possono riprendere le normali attività quotidiane: andare a scuola, fare sport, avere una vita sociale e una volta diventati adulti, avere una famiglia.

Altre Notizie