Mercoledì, 26 Settembre, 2018

Nuovo governo, Salvini: "Mai con Pd, il M5s rispetti il voto"

Di Maio piena fiducia in Mattarella M5s dialoga con Lega e Pd Di Maio: piena fiducia in Mattarella, M5s dialoga con Lega e Pd
Evangelisti Maggiorino | 16 Aprile, 2018, 15:24

-Nota della Lega Umbria- "Se oggi in via Madonna del Moro sorge la seconda moschea più grande di Italia, con tutte le problematiche che ne derivano - spiegano il candidato a sindaco Lega, Luca Carizia, il deputato Riccardo Augusto Marchetti e il consigliere regionale Valerio Mancini - la responsabilità è solo del Pd che ha svenduto la sicurezza cittadina per un mero bacino di voti".

Il segretario della Lega, parlando dal villaggio post-terremoto di San Giuliano, prima tappa del suo tour elettorale in Molise in vista del voto per le Regionali, ha poi risposto duramente alle parole di Luigi Di Maio che, ieri al Vinitaly ha ammonito che "chi insiste con il centrodestra unito" rischia di fare danni al Paese. A Calenda dico, mamma mia! "Quello che Di Maio giudica un danno, il centrodestra unito, è quello che gli elettori hanno premiato col voto il 4 marzo: chiedo al MoVimento 5 stelle di avere rispetto per gli elettori", ha replicato Salvini. Lo ha ribadito Matteo Salvini commnetando le dichiarazioni del ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda a favore di un coinvolgimento dei Dem nella formazione del futuro governo.

La Lega Umbria dopo la recente presa di posizione del PD di Umbertide che ha detto no alla moschea, interviene sottolineandone la poca credibilità visto che proprio grazie al PD ad Umbertide sorgerà la seconda mosche più grande d'Italia. Spero che gli altri la smettano di litigare.

"Ogni voto conta: noi pensiamo che da queste regionali possa venire un segnale nazionale di chiarezza e di cambiamento", ha sostenuto ancora Salvini. A Di Maio, secondo il quale il voto non ha valenza nazionale, risponde: "Mette le mani avanti".

Mai con il Pd. Non ci stupiremmo se il Pd ci chiedesse un'alleanza di governo ma i cittadini stiano pure tranquilli, che non accetteremmo mai tale proposta: "la coerenza, la credibilità sono valori imprescindibili per la Lega". Ancor meno nel campo delle riforme istituzionali.

Altre Notizie