Martedì, 25 Settembre, 2018

Asse Lega-M5S: Molteni eletto presidente della Commissione speciale

Accordo M5S-Lega anche per la Commissione speciale della Camera I risultati del sondaggio: i lettori chiedono un governo 5 Stelle + Lega
Machelli Zaccheo | 15 Aprile, 2018, 21:39

A questo proposito il grupo, durante la conferenza stampa di oggi, ha promesso l'imminente arrivo dei pezzi grossi del partito, che su Aprilia puntano per costruire un modello di governo e riprendersi anche il capoluogo. Ma come per le presidenze delle assemblee, non è detto che poi si segua la stessa linea per l'esecutivo.

Consigliamo al collega Pavesi di occuparsi delle dinamiche interne al proprio partito che non sembrano per grado di conflittualità dissimili da quello di altri. "Deve dire che rinuncia all'interlocuzione con la Lega perché su quei due, tre, quattro, cinque punti l'interlocuzione con la Lega è preclusiva di un rapporto con il Pd", ha proseguito. E' chiaro che servono però garanzie strategiche e numeriche: in mancanza è possibile che la presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati, o un terzo estraneo alle forze politiche - un "papa straniero" - possano ricevere da Mattarella il compito di provare a formare un governo. Mentre al Quirinale è iniziato il primo giro di consultazioni si conferma l'asse M5s-Lega anche sulla commissione speciale alla Camera dove tutte le cariche vengono divise tra Carroccio, pentastellati ed Fi. Per la posizione di presidente della commissione speciale sul Def, che al Senato è guidata dal pentastellato Vito Crimi, era circolato nei giorni scorsi il nome dello stesso Giorgetti.

La Lega - concludo gli eletti in comune alla Spezia - ha fatto fin dall'inizio un passo indietro non presentando alcun nome per il conferimento del riconoscimento pubblico, e si è dichiarata più volte disponibile a condividere i nomi altrui purché le motivazioni non fossero faziose. Qualcosa si capirà dal vertice del Centrodestra dell'ora di pranzo e dalle dichiarazioni dei gruppi che, dopo l'incontro con il capo dello Stato, rilasceranno davanti ai giornalisti.

Altre Notizie