Giovedi, 13 Dicembre, 2018

Sassuolo, Iachini: "Benevento? Sarà una gara insidiosa. Quota salvezza? Non facciamo calcoli"

SASSUOLO: INDISPENSABILI I 3 PUNTI COL BENEVENTO Sassuolo-Benevento 0-0: risultato e tabellino in tempo reale
Cacciopini Corbiniano | 15 Aprile, 2018, 16:23

L'ex tecnico del Palermo, oggi al Benevento, è stato intervistato da 'La Gazzetta dello Sport'.

Avremo gli stessi stimoli avuti contro la Juventus: andremo lì per cercare di vincere perché fino ad ora abbiamo raccolto meno di quanto potevamo. Retromarcia dunque per la squadra giallorossa, che si accinge a guardare la serie B: "Anche lì ci sono squadre forti e non è semplice vincere. Una mano ce l'ha data la presenza di Foggia che è un uomo di mercato". Per me essere aziendalista vuol dire schierare la squadra migliore che ho in testa. Nessuna scelta verrà fatta in funzione dell'anno prossimo perché non è il caso, mancano ancora molte gare e dobbiamo continuare a far risaltare la dignità di una squadra, di una società e di una città. Il mio Benevento ne ha conquistati pochi. Ho conosciuto giocatori e dirigenti di livello alto dal punto di vista umano. E' stata la risposta che ho dato a Vigorito prima di firmare il contratto, quando voleva propormi un biennale. Spiace per Coda che sta trovando meno spazio e che quando ha giocato ha fatto bene ma purtroppo si gioca in 11. L'allenatore del Benevento non ha alzato bandiera bianca come dichiarato in conferenza stampa. E' tutto da dimostrare, però sarebbe cambiato tanto, considerati i rinforzi arrivati. Sono arrivato con la consapevolezza di trovare un ambiente che non mi apprezzava per i miei trasporti e il mio obiettivo era quello di far cambiare idea. Il maliano non ha le caratteristiche specifiche per una squadra che deve salvarsi e per quello che chiedo ma in area è un fuoriclasse. Iemmello e Diabate si completano a vicenda. E quando ti ritrovi un calciatore cosi, è obbligo dell'allenatore modellare la squadra. Brignola, ad esempio, non mi è stato imposto e gioca perchè merita. Potevamo metterli in maggiore difficoltà. Perché poi, a luglio, non parti 'vergine'. Se devo dare importanza all'allenamento che abbiamo fatto, non penso che siamo su quella strada. Il mio problema non è la categoria. "Tutte le componenti al posto giusto".
 Zeman è un grande maestro, la sua conoscenza di calcio resta unica.

LA LOTTA SALVEZZA - Mi da molto fastidio essere quasi fuori dalla lotta salvezza viste le prestazioni che abbiamo fatto contro le dirette avversarie.

Altre Notizie