Mercoledì, 17 Ottobre, 2018

Cinema, è morto il regista Vittorio Taviani

Vittorio Taviani I fratelli Taviani hanno ricevuto l'Orso d'oro a Berlino per Cesare deve morire
Evangelisti Maggiorino | 15 Aprile, 2018, 13:46

Il regista aveva 88 anni ed era malato da tempo.

Morto Vittorio Taviani, uno dei due fratelli registi. Condizioni fisiche che già gli avevano impedito di girare, insieme all'inseparabile compagno professionale e parente, il film Una questione privata - dall'omonimo romanzo di Beppe Fenoglio - firmato infatti solo da Paolo, ma creato comunque sotto il fidato consiglio di Vittorio. È stata Giovanna, una delle sue figlie, ad annunciarlo all'Ansa. Fratello maggiore di Paolo, Vittorio era nato a San Miniato in Toscana il 20 settembre del 1929. Per volontà della famiglia non ci saranno né la camera ardente né i funerali. Figli di un avvocato antifascista, abbandonano gli studi in Legge per seguire la loro passione: il cinema. Due maestri che fin dagli anni Sessanta non hanno mai perso di vista, e hanno raccontato, la realtà, la storia, le contraddizioni, le sfaccettature del nostro Paese. Vinse, assieme a Paolo, la Palma d'Oro a Cannes nel 1977 con Padre Padrone e l'Orso d'Oro a Berlino con Cesare non deve morire. Così come La notte di San Lorenzo (nel 1983) e Kaos (nel 1985). Il Festival del Cinema di Venezia gli riconobbe il Leone d'Oro alla carriera nel 1986.

Altre Notizie