Mercoledì, 25 Aprile, 2018

Torna Vinitaly e Verona diventa la patria del vino

Vinitaly, a Veronafiere 2018 in crescita per buyer ed espositori LA CITTÀ DEL VINO E DEL CALENDARIO AL VINITALY, IL SINDACO ALL'EVENTO SU CIRO' E GAGLIOPPO
Evangelisti Maggiorino | 15 Aprile, 2018, 06:55

Sempre aperto il banco degustazioni dell'Enoteca regionale. Crescita anche nell'offerta "green" con le aree VIVIT, VinitlyBio e FIVI. Direttamente da Castelbuono (borgo medioevale incastonato nel Parco delle Madonie, a pochi chilometri da Palermo) arriva a Vinitaly 2018 l'intera brigata di pasticcieri di casa Fiasconaro, azienda dolciaria ormai famosa nel mondo intero per la qualità dei suoi prodotti e, soprattutto, dei suoi sontuosi panettoni e delle sue soffici colombe. "Portare la Denominazione sui mercati di tutto il mondo è diventata una missione per il Consorzio e la risposta delle aziende e dei buyer è quanto mai incoraggiante e tangibile". Durante la conferenza stampa, tenutasi questa mattina alle ore 11.00 presso la Questura di Verona e che ha visto la partecipazione di Sandro Sartor (Consigliere Nazionale UIV), Ivana Petricca (Questore della Provincia di Verona) e Maurizio Danese (Presidente Veronafiere), si è posto l'accento sugli obiettivi di un'iniziativa nata per diffondere i valori della guida sicura e per sensibilizzare il pubblico contro la guida in stato di ebrezza. Interverranno la delegata toscana Maria Giulia Frova, il presidente del Consorzio Vino Chianti, Giovanni Busi, e il wine advisor del Consorzio, Lorenzo Tersi. "Formazione Oggi e domani ... i progetti delle Donne del Vino dell'Emilia-Romagna". E ancora La Baia del Sole - Cantina Federici di Ortonovo, che ha inaugurato una nuova cantina all'avanguardia nel 2015 ed è produttrice di vini di pregio come la Sarticola, un Vermentino Colli di Luni Doc. Un altro debutto è quello del nuovo vino chiamato Vigna delle Rose, dell'azienda La Pietra del Focolare, sempre di Ortonovo. Secondo gli ultimi dati Istat sul commercio con l'estero nel 2017, il vino made in Umbria ha raggiunto la cifra di 34.069.000 euro, mentre nel 2016 si era fermato a 33.304.000.

Si svolgerà a Verona da domenica 15 a mercoledì 18 aprile Vinitaly 2018. Il sottotitolo dell'evento è "L'evoluzione del Sangiovese a Montepulciano". I vini, provenienti da vigneti, in gran parte, ottuagenari o addirittura più vecchi, offrono una panoramica ampia della ricchezza e della biodiversità del patrimonio viticolo italiano.

Al Vinitaly saranno rappresentanti anche tutti e quattro i frantoi dell'area euganea, ovvero il Frantoio di Cornoleda (Cinto Euganeo), il Frantoio di Valnogaredo (Cinto), il Frantoio Evo del Borgo (Arquà Petrarca) e il Frantoio Colli del Poeta (Arquà Petrarca), che gestirà lo stand e che ha ospitato questa mattina la conferenza stampa di rito.

Altre Notizie